The Rachel Divide streaming disponibile da aprile 2018

Immagine tratta da The Rachel Divide
    105 minuti

Rachel Dolezal diventa un fenomeno sociale quando si fa passare per afroamericana e diventa il capo della sezione locale di N.A.A.C.P..

The Rachel Divide è un documentario del 2018 sulla controversa vita di Rachel Dolezal, nota anche come Nkechi Diallo, una donna americana di origine caucasica che si identifica come nera e che è stata costretta a dimettersi da presidente della sezione NAACP di Spokane, Washington, quando la sua razza e le sue origini sono state scoperte. Il film, diretto da Laura Brownson e distribuito da Netflix, è stato trasmesso originariamente il 27 aprile 2018.

3,0
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Il documentario esplora i motivi che hanno portato alla caduta di Dolezal da stimata insegnante universitaria e attivista, le circostanze che l'hanno accompagnata e le conseguenze dello scandalo.

Il film afferma che Joshua Dolezal è stato accusato dalla sorella e da un altro dei fratelli Dolezal di abusi sessuali quando erano più giovani. Il filmato approfondisce inoltre l'educazione di Dolezal da parte di genitori che lei sostiene fossero psicologicamente violenti e che sua sorella Esther sostiene fossero fisicamente violenti. Esther viene mostrata dalla telecamera con una cicatrice sulla coscia che, a suo dire, è il risultato delle percosse ricevute dai suoi genitori con un bastoncino di colla. Esther dice anche che durante una visita in Sudafrica l'hanno picchiata con una frusta da babbuino. Rachel Dolezal sostiene, in alcune interviste con le telecamere, che i suoi genitori hanno trascurato di educare i figli adottivi sulla loro eredità razziale e questo l'ha portata a fare ricerche sulla storia dei neri e a farlo al posto loro. La donna sostiene che questa ricerca su un'altra cultura l'ha portata ad appropriarsi della cultura e dell'eredità nera e a diventare, secondo le sue parole, "transrazziale".

Il film segue anche Dolezal e i suoi due figli, il figlio biologico Franklin e il figlio adottivo Izaiah (Izaiah era in origine suo fratello adottivo) e include la sua gravidanza e i primi mesi di vita del figlio minore Langston, chiamato così in onore di Langston Hughes. Nel corso del documentario, si vede l'attrice parlare più di una volta di come sia costretta a rimanere a casa a causa dei continui rimproveri da parte del pubblico.

Tipologia

Documentario

Durata

105 minuti

Regista

Laura Brownson

Cast

Caratteristiche

Controverso Film Socioculturale Biografia Scandaloso Provocatorio Documentario Investigativo

Audio

Tedesco Inglese [originale] Spagnolo Europeo Francese Italiano

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano
Potrebbero interessarti...
XIII emendamento
Extremis
My Beautiful Broken Brain
The Death and Life of Marsha P. Johnson