Il momento di uccidere streaming non più disponibile da febbraio 2024

Immagine tratta da Il momento di uccidere
    150 minuti

Il momento di uccidere è un adattamento cinematografico del 1996 dell'omonimo romanzo legal thriller di John Grisham del 1989. Diretto da Joel Schumacher, il film si avvale di un cast corale che comprende Sandra Bullock, Matthew McConaughey, Samuel L. Jackson, Kevin Spacey, Ashley Judd, Kiefer Sutherland, Donald Sutherland, Chris Cooper e Kurtwood Smith.

Due suprematisti bianchi (Nicky Katt e Doug Hutchison) si imbattono in una bambina nera di dieci anni di nome Tonya (Rae Ven Larrymore Kelly) nelle campagne del Mississippi. Violentano e picchiano Tonya e la gettano in un fiume vicino dopo un tentativo fallito di impiccarla; lei sopravvive e gli uomini vengono arrestati.

Il padre di Tonya, Carl Lee Hailey (Samuel L. Jackson), si rivolge a Jake Brigance (Matthew McConaughey), un avvocato bianco di facili costumi. Carl Lee teme che gli uomini possano essere assolti a causa del razzismo della zona del Delta del Mississippi. Hailey acquista un fucile M16, si reca al tribunale della contea e apre il fuoco; uccide entrambi gli stupratori e ferisce involontariamente un agente di polizia (Chris Cooper) con un colpo di rimbalzo.

Carl Lee viene arrestato senza opporre resistenza e la trama segue il processo di Carl Lee (che viene difeso da Brigance) e le sfumature razziali che caratterizzano il processo, oltre a una serie di sottotrame.

Il momento di uccidere è un film americano del 1996 di genere legal drama. È basato sull'omonimo romanzo di John Grisham del 1989. Sandra Bullock, Samuel L. Jackson, Matthew McConaughey e Kevin Spacey sono i protagonisti, mentre Donald e Kiefer Sutherland recitano in ruoli secondari. Il film ha ricevuto recensioni da contrastanti a positive ed è stato un successo commerciale, con un incasso di 152 milioni di dollari al botteghino mondiale. È il secondo dei due film basati sui romanzi di Grisham diretti da Joel Schumacher; l'altro è stato Il cliente, uscito due anni prima.

4,3
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

A Canton, nel Mississippi, Tonya Hailey, una bambina afroamericana di dieci anni, viene rapita, violentata e picchiata da due uomini bianchi del posto, Billy Ray Cobb e James Willard, mentre sta tornando a casa a fare la spesa. I due la gettano in un fiume vicino dopo un tentativo fallito di impiccarla. Tonya sopravvive e i due uomini vengono arrestati dallo sceriffo Ozzie Walls.

Il padre di Tonya, Carl Lee Hailey, contatta Jake Brigance, un avvocato bianco che in passato ha difeso suo fratello Lester. Brigance ammette la possibilità che gli stupratori siano liberi. Carl Lee si reca al tribunale della contea e apre il fuoco con un fucile automatico, uccidendo entrambi gli stupratori e ferendo involontariamente il vicesceriffo Dwayne Looney, a cui viene successivamente amputata una gamba. Carl Lee viene arrestato e Brigance accetta di difenderlo.

Mentre lo stupro e il successivo omicidio per vendetta ottengono l'attenzione dei media nazionali, il procuratore distrettuale Rufus Buckley decide di accettare il caso nella speranza di promuovere la sua carriera politica. Chiede la pena di morte e il giudice Omar Noose nega a Brigance il cambio di sede in una contea più eterogenea dal punto di vista etnico, il che significa che Carl Lee avrà una giuria interamente bianca. Brigance chiede aiuto al suo team di difesa: la studentessa di legge Ellen Roark, il caro amico Harry Rex Vonner e l'ex mentore e attivista di lunga data Lucien Wilbanks, un tempo grande avvocato per i diritti civili. Nel frattempo, il fratello di Billy Ray, Freddie Lee Cobb, progetta di vendicare la morte del fratello unendosi e arruolando l'aiuto del ramo del Mississippi del Ku Klux Klan e del suo Grande Drago, Stump Sisson, per assicurare la condanna e la pena di morte di Carl Lee con ogni mezzo necessario.

Il primo giorno del processo, il Klan scende in strada e si raduna, solo per essere messo in minoranza dai contro-protestanti costituiti dai residenti delle minoranze della zona e dai bianchi che sostengono Carl Lee. La protesta sfocia in una violenta rissa che provoca decine di feriti e la morte di Stump Sisson. Il Klan inizia a prendere di mira anche Brigance, aggredendo la sua anziana segretaria e il marito di lei, che muore per un attacco di cuore causato dall'aggressione. Bruciano anche una croce sul suo prato e minacciano sua moglie e sua figlia. Quando Brigance si rifiuta di fare marcia indietro, il Klan intensifica i suoi attacchi, tra cui il rapimento e l'aggressione di Roark e l'incendio della casa di Brigance.

Brigance riesce a screditare lo psichiatra dello Stato, il dottor Wilbert Rodeheaver. Tuttavia, Buckley scredita a sua volta lo psichiatra di Brigance, il Dr. Willard Tyrell Bass, rivelando la sua precedente condanna per stupro di minore. Sconfortato, Brigance dice a Carl Lee che ci sono poche speranze di assoluzione e cerca di convincerlo ad accettare un patteggiamento che lo imprigionerà a vita, ma gli risparmierà l'esecuzione. Carl Lee rifiuta, rispondendo che ha scelto Brigance come avvocato perché è un uomo bianco e sa come la giuria vede Carl Lee. Durante l'arringa finale, un Brigance profondamente scosso dice alla giuria di chiudere gli occhi e di ascoltare mentre descrive l'intero calvario di Tonya, durante il quale alcuni giurati versano lacrime. Nel suo commento finale, Brigance chiede alla giuria come si sentirebbero se la ragazza fosse bianca.

Dopo la deliberazione, la giuria dichiara Carl Lee non colpevole. I sostenitori esultano, mentre il Klan si infuria per la sconfitta. Nel frattempo, lo sceriffo Walls arresta Freddie Lee per i suoi crimini e un agente corrotto che si rivela essere un membro del Klan.

Qualche tempo dopo, Brigance porta sua moglie e sua figlia a una grigliata di famiglia a casa di Carl Lee per festeggiare la sua libertà, sfidando la precedente dichiarazione di Carl Lee secondo cui i loro figli non avrebbero mai giocato insieme.

Tipologia

Film

Durata

150 minuti

Regista

Joel Schumacher

Cast

Ashley Judd Brenda Fricker Charles S. Dutton Chris Cooper Donald Sutherland John Diehl Kevin Spacey Kiefer Sutherland Kurtwood Smith Matthew McConaughey Nicky Katt Oliver Platt Patrick McGoohan Samuel L. Jackson Sandra Bullock Tonea Stewart

Caratteristiche

Suspenseful Movie Thriller Courtroom Bestseller Fight the System Drama Golden Globe Nominee

Audio

Tedesco Inglese Spagnolo Europeo Francese Italiano

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano Ucraino
Potrebbero interessarti...
Prova a prendermi
The Game - Nessuna regola
American Psycho
The Wolf of Wall Street