Minaccia atomica streaming non più disponibile da marzo 2024

Immagine tratta da Minaccia atomica
  97 minuti

Uno scienziato inglese scappa da un centro di ricerca con una bomba atomica. In una lettera inviata al Primo Ministro britannico minaccia di far saltare in aria il centro di Londra se il governo non annuncerà la fine di ogni ricerca in questo campo entro una settimana. Gli agenti speciali di Scotland Yard cercano di fermarlo, con l'aiuto del futuro genero dell'assistente dello scienziato per trovare e fermare il pazzo.

Film drammatico/thriller britannico del 1950 diretto da John e Roy Boulting. Paul Dehn e James Bernard hanno vinto l'Oscar per la migliore storia per il loro lavoro sul film.

3,3
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Nel 1950, il Primo Ministro britannico riceve una lettera da un uomo che dice di aver rubato un'arma nucleare e che distruggerà il centro di Londra domenica prossima a mezzogiorno, a meno che il governo britannico non dichiari che il paese smetterà di produrre tali dispositivi. La lettera è firmata "Professor Willingdon", che è il nome del ricercatore più anziano del centro di ricerca britannico per lo sviluppo di armi atomiche, il Wallingford Research Centre. Lunedì, il sovrintendente Folland della sezione speciale di Scotland Yard viene incaricato di indagare se la lettera è una frode o se rappresenta una minaccia reale.

Al Centro di Ricerca, Folland scopre che Willingdon è scomparso, così come una bomba nucleare UR12, abbastanza piccola e leggera da poter essere trasportata da un individuo. Recluta Stephen Lane, l'assistente di Willingdon, per aiutarlo nelle ricerche e si recano a casa di Willingdon. Né Lane, né la moglie o la figlia di Willingdon, Ann, avevano notato qualcosa di insolito nel comportamento recente del professore, ma tra le sue carte vengono trovati appunti preoccupanti che, insieme ad alcune osservazioni fatte al vicario locale, che è l'ultima persona nota ad aver parlato con Willingdon, indicano che era arrivato a credere che il lavoro della sua vita fosse usato dal governo per scopi malvagi.

Il martedì Willingdon, che porta con sé la bomba in una borsa Gladstone, vede la sua foto sul giornale (anche se non viene specificato il motivo per cui è ricercato), così si fa radere i baffi da un barbiere prima di cercare un posto dove stare. Affitta una stanza dalla signora Peckett, ma la spaventa camminando nella sua stanza per tutta la notte. Dopo che lui se n'è andato, la mattina dopo, la signora vede un articolo che parla della caccia a qualcuno che uccide le padrone di casa e chiama la polizia. Un poliziotto sveglio si rende conto che la descrizione corrisponde a Willingdon e invia un'auto alla pensione. Willingdon torna, ma vede l'auto della polizia parcheggiata fuori dall'edificio e riesce a fuggire tranquillamente.

Willingdon getta via il suo cappotto e va al banco dei pegni per comprarne un altro. Lì incontra Goldie, un'attrice i cui giorni migliori sono ormai alle spalle, e il suo cane Trixie. Il trio si riunisce la sera stessa quando Trixie scappa da Goldie e la conduce da Willingdon. I due si recano in un pub e, quando questo chiude per la notte, Goldie invita Willingdon nel suo appartamento, poiché non ha un alloggio. Dorme sul letto di riserva e se ne va prima che lei si svegli al mattino.

Le recenti riunioni di gabinetto non programmate e le indicazioni di un'imminente mobilitazione di massa non sono passate inosservate alla stampa. Giovedì le voci di guerra circolano e la folla davanti al numero 10 di Downing Street è sempre più numerosa, così il Primo Ministro decide di rilasciare una dichiarazione alla radio. Rivela la minaccia e annuncia l'evacuazione delle 12 miglia quadrate intorno al Parlamento, che inizierà la mattina successiva. Una volta completata l'evacuazione, le unità dell'esercito inizieranno a perlustrare il centro di Londra, partendo dai margini dell'area di evacuazione e dirigendosi verso il centro.

Goldie vede uno dei sempre più numerosi manifesti con il volto di Willingdon e si reca alla polizia. Quando torna a casa, trova Willingdon ad aspettarla: le ricerche sempre più intense lo hanno reso nervoso, così ha deciso di tenere Goldie in ostaggio nel suo appartamento, dicendo che farà esplodere la bomba prima del tempo se lei chiederà aiuto.

L'evacuazione (di persone e di importanti manufatti culturali) procede senza problemi. Quando la ricerca militare sistematica raggiunge la strada di Goldie il sabato sera, Willingdon scappa da una finestra. Poco prima di mezzogiorno della domenica, viene ritrovato mentre prega in una chiesa distrutta durante il Blitz. Folland e Lane si precipitano sul posto portando Ann per cercare di convincere Willingdon a desistere dal suo piano. Lui dice che è troppo tardi per cambiare idea, ma lei vede la sua borsa dall'altra parte della stanza e chiama aiuto. Willingdon viene immobilizzato e Lane inizia a disinnescare la bomba. Urlando che è "Troppo tardi", Willingdon si libera, scappa dalla chiesa e viene ucciso da un soldato nervoso. Mentre l'orologio segna le dodici, Lane finisce di disarmare l'UR12. Goldie, che si trova sul ponte di Westminster e sta cercando di fare l'autostop per Aldershot, sente le sirene del cessato allarme e si dirige verso casa.

Tipologia

Film

Durata

97 minuti

Regista

John Boulting Roy Boulting

Cast

André Morell Barry Jones Hugh Cross Joan Hickson Olive Sloane Ronald Adam Sheila Manahan

Caratteristiche

Da un libro Acclamato dalla critica Film Thriller Psicologico Anni '50 In fuga Dramma Superare le avversità Britannico

Audio

Inglese [originale]

Sottotitoli

Greco Inglese Spagnolo (spagna) Croato Italiano Rumeno
Potrebbero interessarti...
Dark
Jackie Brown
Ncis
Monster's Ball – L'ombra della vita