Django Unchained streaming non più disponibile da settembre 2022

Immagine tratta da Django Unchained
    165 minuti

Con l'aiuto del suo mentore, uno schiavo diventato cacciatore di taglie si mette in viaggio per salvare sua moglie da un brutale proprietario di piantagioni del Mississippi. Nel Sud americano, due anni prima dell'inizio della Guerra Civile, uno schiavo di nome Django (Jamie Foxx) viene liberato dal Dr. King Schultz (Christoph Waltz), un cacciatore di taglie tedesco, per aiutarlo a rintracciare alcuni fratelli criminali/schiavisti che lo avevano posseduto in precedenza. Dopo la loro collaborazione iniziale, i nuovi amici continuano a cavalcare insieme e il dottor Schultz insegna a Django come diventare un abile cacciatore di fuorilegge professionista e un letale pistolero. Quando Schultz viene a sapere che la moglie di Django, Broomhilda (Kerry Washington), è stata venduta a un ricco proprietario di piantagioni di nome Calvin Candie (Leonardo DiCaprio), i due uomini organizzano un piano per infiltrarsi nella tenuta di Candie e salvarla.

Lo sviluppo di Django Unchained è iniziato nel 2007, quando Tarantino stava scrivendo un libro su Corbucci. Nell'aprile del 2011, Tarantino ha inviato la bozza finale della sceneggiatura a The Weinstein Company. Il casting è iniziato nell'estate del 2011: Michael K. Williams e Will Smith sono stati presi in considerazione per il ruolo del protagonista prima che venisse scelto Foxx. Le riprese principali si sono svolte da novembre 2011 a marzo 2012 in California, Wyoming e Louisiana.

La prima di Django Unchained ha avuto luogo allo Ziegfeld Theatre di New York City l'11 dicembre 2012 ed è stato distribuito nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti il 25 dicembre 2012, incassando oltre 425 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 100 milioni, diventando il film di Tarantino che ha incassato di più fino ad oggi. Il film ha ricevuto il plauso della critica, soprattutto per l'interpretazione di Waltz e per la regia e la sceneggiatura di Tarantino, anche se l'uso della parola "negro" e la rappresentazione della violenza hanno suscitato polemiche. Il film ha ricevuto numerosi premi e nomination, aggiudicandosi due delle cinque nomination all'85° edizione degli Academy Awards. Waltz ha vinto diversi premi per la sua interpretazione, tra cui quello di miglior attore non protagonista agli Academy Awards, ai Golden Globes e ai BAFTA. Per la sua sceneggiatura, Tarantino ha vinto un Oscar, un Golden Globe e un BAFTA.

4,8
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Nel Texas del 1858, i fratelli Ace e Dicky Speck guidano a piedi un gruppo di schiavi neri incatenati. Tra loro c'è Django, venduto e separato dalla moglie Broomhilda von Shaft, una schiava domestica che parla tedesco e inglese. Vengono fermati dal dottor King Schultz, un dentista tedesco diventato cacciatore di taglie che vuole comprare Django per la sua conoscenza dei tre fratelli fuorilegge Brittle, sorveglianti della piantagione del precedente proprietario di Django e per i quali Schultz ha un mandato. Quando Ace si rifiuta di vendere Django a Schultz e gli punta la pistola contro, Schultz lo uccide e spara al cavallo di Dicky per bloccarlo a terra. Schultz insiste per pagare un prezzo equo per Django prima di lasciare gli altri schiavi a uccidere Dicky. Schultz offre a Django la libertà e 75 dollari in cambio di un aiuto per rintracciare i Brittles.

Django e Schultz uccidono i fratelli Brittle nella piantagione di Spencer "Big Daddy" Bennett nel Tennessee. Bennett lascia andare Django e Schultz a causa del mandato, ma in seguito cerca di attaccarli con una posse. Schultz tende un'imboscata alla banda con dell'esplosivo e Django uccide Bennett. Sentendosi responsabile per Django, Schultz accetta di aiutarlo a trovare e salvare Broomhilda. I due tornano in Texas dove Django incassa la sua prima taglia, conservando il volantino come ricordo. Django e Schultz accumulano diverse taglie prima della primavera, quando si recano in Mississippi e scoprono che il nuovo proprietario di Broomhilda è Calvin J. Candie, l'affascinante ma crudele proprietario della piantagione Candyland, dove gli schiavi sono costretti a lottare fino alla morte in brutali combattimenti "Mandingo". Schultz e Django escogitano un piano: decidendo che Candie prezzerà Broomhilda al di fuori della loro portata se cercheranno di acquistarla in anticipo, offriranno invece 12.000 dollari (equivalenti a 376.000 dollari nel 2021) per uno dei suoi migliori lottatori come pretesto per acquisire Broomhilda per una somma nominale. Incontrano Candie nel suo club per gentiluomini e gli fanno l'offerta. Incuriosito, Candie li invita a Candyland. Durante il tragitto, il gruppo incontra gli inseguitori di schiavi di Candie che hanno messo alle strette D'Artagnan, un combattente Mandingo in fuga. Schultz tenta di salvarlo, ma Django interviene per evitare di far saltare la loro copertura. Candie fa in modo che i cani degli inseguitori sbranino D'Artagnan fino alla morte, sconvolgendo visibilmente Schultz.

Dopo aver informato Broomhilda del loro piano, Schultz si offre di comprarla come sua accompagnatrice mentre negozia l'accordo iniziale durante la cena. Stephen, il capo degli schiavi di Candie, fedele e sospettoso, capisce che Broomhilda conosce Django, deduce il loro piano e avverte Candie. Candie modifica l'accordo sotto la minaccia di una pistola per vendere Broomhilda per 12.000 dollari invece del pugile; Schultz accetta con riluttanza. Durante la conclusione della vendita, Candie minaccia di uccidere Broomhilda se Schultz non gli stringe la mano per concludere l'affare. Avendone abbastanza dell'arroganza di Candie, Schultz spara e uccide Candie. Butch Pooch, la guardia del corpo di Candie, uccide Schultz e Django si scatena uccidendo Pooch, l'avvocato di Candie Leonide Moguy e diversi scagnozzi di Candie, ma è costretto ad arrendersi quando Broomhilda viene presa in ostaggio.

Il mattino seguente, Django incatenato viene torturato e sta per essere castrato dallo scagnozzo di Candie, Billy Crash, quando arriva Stephen, che lo informa che Lara, la sorella di Candie che ha preso il controllo della piantagione, ha ordinato di venderlo a una compagnia mineraria e di farlo lavorare fino alla morte. Durante il viaggio, Django escogita un piano di fuga e usa il suo primo volantino per dimostrare ai suoi accompagnatori di essere un cacciatore di taglie. Afferma falsamente che gli uomini sul volantino si trovano a Candyland e promette agli accompagnatori una parte della ricompensa. Una volta rilasciato, Django uccide i suoi accompagnatori e torna a Candyland con la dinamite. Recuperando i documenti per la libertà di Broomhilda dal cadavere di Schultz, Django gli dice addio e si vendica di lui e di D'Artagnan uccidendo gli inseguitori e liberando Broomhilda proprio mentre i lutti di Candie tornano dalla sua sepoltura. Alla villa, Django uccide Lara, Crash e gli altri scagnozzi, libera i due schiavi rimasti e gambizza Stephen prima di dare fuoco alla dinamite che aveva piazzato in tutta la villa. Django e Broomhilda guardano da lontano l'esplosione della villa prima di partire insieme.

Tipologia

Film

Durata

165 minuti

Regista

Quentin Tarantino

Cast

Ato Essandoh Christoph Waltz Dana Gourrier David Steen Dennis Christopher Don Johnson Escalante Lundy James Remar Jamie Foxx Kerry Washington Laura Cayouette Leonardo DiCaprio Michael Parks Nichole Galicia Sammi Rotibi Samuel L. Jackson Walton Goggins

Caratteristiche

Violento Ad alto impatto visivo Acclamato dalla critica Western Cacciatori di taglie Premiato agli Oscar BAFTA Golden Globe Campione d'incassi Cinema d'autore Film di Hollywood Questioni sociali Colonna sonora famosa Dramma

Audio

Tedesco Inglese - Audiodescrizione Spagnolo Europeo Francese Italiano

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano
Potrebbero interessarti...
Beasts of No Nation
Top Gun
Unbroken
La battaglia di Jadotville