Schegge di paura streaming nuovamente disponibile da settembre 2022

Immagine tratta da Schegge di paura
    130 minuti

A Chicago, un arcivescovo è stato brutalmente assassinato e un chierichetto dal viso dolce di nome Aaron - che è stato visto fuggire dalla scena del crimine e i cui vestiti erano intrisi di sangue - è accusato del crimine. Aaron sostiene di essere stato presente al momento dell'omicidio, ma di non essere l'assassino. A venire in soccorso di Aaron in questo caso di alto profilo è Martin Vail, un avvocato presuntuoso che ama i riflettori dei media tanto quanto il suo lavoro. La strada legale che Martin e Aaron devono percorrere è piena di ostacoli, tra cui un avvocato dell'accusa molto determinato (che è l'ex amante di Martin), rivelazioni sulla "relazione" dell'arcivescovo con i chierichetti e lo stesso Aaron, che ha una seconda personalità molto violenta e ripugnante di nome Roy. Aaron/Roy è colpevole? O si sta prendendo la colpa per qualcun altro?

Il film è stato un successo al botteghino e ha ricevuto recensioni positive, con l'interpretazione di Norton che ha ottenuto il plauso della critica. Norton è stato candidato all'Oscar come miglior attore non protagonista e al BAFTA come miglior attore in un ruolo non protagonista e ha vinto il Golden Globe come miglior attore non protagonista in un film.

4,3
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Martin Vail è un avvocato difensore di Chicago che ama le luci della ribalta ed è noto per aver ottenuto l'assoluzione di clienti di alto profilo grazie a cavilli legali. Incontra l'ex amante e procuratore Janet Venable a un evento di beneficenza, ma lei rifiuta le sue avances.

L'arcivescovo Rushman, figura amata e capo della diocesi cattolica di Chicago, viene brutalmente assassinato nel suo alloggio privato. La polizia insegue e arresta il diciannovenne Aaron Stampler, coperto di sangue e fuggito dalla scena del crimine. Vail incontra Aaron in carcere e si offre di difenderlo pro bono. Aaron rivela di essere un chierichetto del Kentucky che amava e ammirava l'arcivescovo. Vail si convince che Aaron, mite e con una forte balbuzie, è innocente. Venable viene incaricato di perseguire Aaron per omicidio capitale.

All'inizio del processo, Vail scopre che potenti leader civici, tra cui il corrotto Procuratore di Stato John Shaughnessy, hanno recentemente perso milioni in investimenti immobiliari a causa della decisione di Rushman di non sviluppare i terreni di proprietà della chiesa. In seguito a una soffiata di Alex, un ex chierichetto, su una videocassetta che coinvolge Aaron, Vail ruba la cassetta VHS dalla scena del crimine. La cassetta mostra l'arcivescovo che costringe Aaron, la sua ragazza Linda e un altro chierichetto a compiere atti sessuali. Vail deve decidere se presentare questa prova che potrebbe suscitare la simpatia della giuria per Aaron, ma potrebbe anche fornire il movente che Venable non è riuscito a stabilire. Chiede al suo investigatore di consegnare anonimamente la videocassetta a Venable, sapendo che lei si accorgerà di chi l'ha inviata, poiché è sotto forte pressione per emettere un verdetto di colpevolezza e userà la cassetta come prova del movente.

Quando Vail affronta Aaron e lo accusa di aver mentito, Aaron scoppia a piangere e si trasforma improvvisamente in un nuovo personaggio, Roy, un sociopatico violento senza balbuzie. Roy confessa l'omicidio dell'arcivescovo e diventa fisicamente violento con Vail. Roy torna poi ad essere Aaron, ancora una volta passivo e timido, senza ricordare il cambio di personalità. Molly Arrington, la neuropsicologa che esamina Aaron, è convinta che abbia un disturbo dissociativo dell'identità causato da anni di abusi fisici e sessuali subiti dal padre e da Rushman. Vail è turbato da questa informazione perché non può dichiarare l'infermità mentale durante un processo in corso.

Durante il processo, Vail chiama Aaron al banco dei testimoni e lo interroga sugli abusi sessuali che ha subito per mano di Rushman. Inoltre, introduce la prova che Shaughnessy aveva coperto le prove che Rushman aveva molestato un altro ragazzo. Dopo che Venable lo interroga duramente durante il controinterrogatorio, Aaron si trasforma in Roy e la aggredisce, minacciando di spezzarle il collo prima di essere sottomesso e riportato in cella. Il giudice informa Vail e Venable che intende sciogliere la giuria in favore di un processo al banco e che dichiarerà Aaron non colpevole per infermità mentale, rinchiudendolo in un ospedale psichiatrico. Venable viene licenziata per aver perso il caso e per aver permesso che i crimini di Rushman venissero esposti pubblicamente, ma è implicito che riprenderà la sua relazione con Vail.

Vail fa visita ad Aaron nella sua cella per informarlo del licenziamento. Aaron afferma di non ricordare la reazione violenta di Roy in aula, ma mentre Vail se ne sta andando, Aaron si lascia sfuggire di dire a Vail di "dire alla signorina Venable che spero che il suo collo sia a posto". Quando Vail lo affronta, Aaron rivela di aver finto il disturbo della personalità. Non balbettando più, Aaron si vanta di aver ucciso Rushman e Linda. Quando Vail chiede se è mai esistito un Roy, Aaron risponde che non è mai esistito un Aaron. Stupito e disilluso, Vail si allontana e lascia il tribunale mentre Aaron lo deride dalla sua cella.

Tipologia

Film

Durata

130 minuti

Regista

Gregory Hoblit

Cast

Alfre Woodard Andre Braugher Edward Norton Frances McDormand Joe Spano John Mahoney Jon Seda Kenneth Tigar Laura Linney Maura Tierney Reg Rogers Richard Gere Stanley Anderson Steven Bauer Terry O'Quinn Tony Plana

Caratteristiche

Suspense Acclamato dalla critica Film Thriller Giallo Ambientato in tribunale Bestseller Chicago Tensione crescente Dramma

Audio

Tedesco Inglese Spagnolo Europeo Francese Italiano Russo

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano Ucraino
Potrebbero interessarti...
The Pusher
La preda perfetta - A Walk Among The Tombstones
Paradise Beach - Dentro l'incubo
Shimmer Lake