Cargo

Immagine tratta da Cargo
    104 minuti

Cargo è un thriller post-apocalittico Netflix, con protagonista Martin Freeman, tratto dall'omonimo cortometraggio australianoi. Entrambi sono stati scritti e diretti da Yolanda Ramke insieme e Ben Howling. Andy (Martin Freeman) e Kay (Susie Porter) sono marito e moglie in un mondo in cui un virus trasforma le persone in zombie nel giro di 48 ore. Con la loro figlia Rosie vivono su una casa galleggiante nell'Australia rurale e a causa di un incidente in cui verrà contagiato, il padre Andy dovrà cavarsela da solo per trovare una sistemazione alla figlia entro il poco tempo che gli è rimasto. In mezzo agli zombie affamati soltanto alcune tribù aborigene cercano pace e serenità, in una terra che i "sani" si contendono per poterla dominare una volta terminata l'epidemia.

3,2
 
 
 

Tipologia

Film

Durata

104 minuti

Regista

Ben Howling Yolanda Ramke

Cast

Anthony Hayes Caren Pistorius Kris McQuade Martin Freeman Susie Porter

Caratteristiche

Cupo

Audio

Tedesco Inglese [originale] Spagnolo Europeo Francese Italiano

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano
Potrebbero interessarti...
L'alba dei morti viventi
Annientamento
La ragazza che sapeva troppo
Il rituale
I famelici

Recensione a cura di Paolo Bruini

Cargo è un film di Yolanda Ramke e Ben Howling distribuito da Netflix nel 2017 con Martin Freeman e Anthony Hayes, tratto dall'omonima versione australiana degli stessi registi; il film vede come protagonista un padre di famiglia che cerca di salvare la propria bimba appena nata, conscio del tempo che gli rimane prima di un’inevitabile fine.

Era possibile realizzare un altro film su una potenziale post-apocalisse, causata da un'epidemia, in cui gli infetti sono esattamente il cliché dello zombie che cammina storto, si nutre di carne umana e se ti morde diventi infetto anche tu? Sì, così Netflix lo ha portato a tutti noi invogliandoci a guardarlo con la rotonda faccia di Martin Freeman, più che mai sbatacchiato in una trama piatta che una neonata da salvare non può certo rendere più accattivante.
Se è vero che quello degli zombie movie è ormai un genere che trova sempre un pubblico pronto all’ascolto, è anche vero che non sempre (anzi sempre meno) riesce a trovare idee innovative sulle quali ergere una trama. Il protagonista sa quanto tempo gli rimane, vive sul filo di un countdown e disperatamente cerca una famiglia per sua figlia, ma già dai primi incontri che fa (anche fin troppo fortuiti) è ben chiaro quale sarà il risvolto, nonostante gli ostacoli e gli antagonisti poco credibili che si troverà di fronte.

Cargo ha come nota positiva il set australiano, e la profonda interpretazione di Freeman che restituisce intensità emotiva e drammatica al personaggio; lo sviluppo è prevedibile ma non lo sono le sue idee imbarazzanti come l'asticella con la carne per guidare il papà quasi zombie o gli zombie con la testa nella sabbia come gli struzzi. Netflix cerca di mettere piede tra i film di genere, ma occorrerà ben altro per farsi ricordare in mezzo agli zombie o ai survival movie.

Un film sugli zombie che, anche senza averne visti molti, abbonda di luoghi comuni e idee già viste; se non fosse per il grande attore che lo regge, Cargo finirebbe facilmente in un cinema di serie B.