La donna più odiata d'America streaming disponibile da marzo 2017

Immagine tratta da La donna più odiata d'America
    93 minuti

Un film biografico sulla scomparsa di Madalyn Murray O'Hair, fondatrice degli "Atei Americani" e pioniera della guerra culturale politica, "La donna più odiata d'America" cattura l'ascesa e la caduta di un personaggio complesso che per alcuni era un cattivo controverso e per altri un improbabile eroe.

Il film è stato presentato in anteprima al South by Southwest il 14 marzo 2017. Il film è stato distribuito da Netflix il 24 marzo 2017.

2,9
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Nel 1995, Madalyn Murray O'Hair viene rapita insieme al figlio Garth e alla nipote Robin da tre uomini: David Waters, Gary Karr e Danny Fry. I tre rapiti riconoscono Waters.

La scena si sposta all'inizio degli anni Sessanta. Madalyn è diventata madre single di due figli, Garth e il più grande William J. "Billy Boy" Murray, Jr. ed è fieramente atea, cosa che indigna i suoi genitori cristiani. Madalyn si indigna quando viene a sapere che Billy è costretto a recitare il Padre Nostro a scuola, così lancia una campagna per vietare la preghiera a scuola, che alla fine sfocia in una sentenza della Corte Suprema che rende illegale la preghiera obbligatoria nelle scuole. In breve tempo viene etichettata come una delle figure più odiate d'America.

Forma il gruppo di difesa degli atei American Atheists, reclutando Garth e Billy. La devozione di Billy per la madre distrugge il suo rapporto con la moglie e diventa un alcolizzato amaro dopo il divorzio di lei. Alla fine smette di bere e diventa un cristiano nato, causando una profonda frattura con Madalyn.

Madalyn inizia a trarre profitto dai dibattiti animati con un pastore locale, depositando il denaro in conti offshore. Assume Waters per gestire la sezione degli Atei Americani; lui diventa il suo fidato alleato, soprattutto dopo che le confida di aver ucciso qualcuno da giovane. Alla fine Waters ha un diverbio con Madalyn e viene licenziato dagli Atei Americani. Nel 1995, chiede a Madalyn un milione di dollari, che lei rifiuta. Waters escogita il rapimento come modo per ottenere il denaro che ritiene gli sia dovuto.

Il reporter Jack Ferguson inizia a occuparsi del rapimento e interroga Billy. Chiede a un disegnatore di fare un ritratto di Fry. Ferguson unisce le forze con l'assistente di Madalyn e lentamente svelano il complotto.

Al rifugio, Karr uccide Robin dopo che lei ha rifiutato le sue avances sessuali. Presi dal panico, Waters e Karr uccidono Garth e Madalyn. Infine, Karr uccide Fry dopo averlo costretto a smembrare i corpi.

Alla fine Ferguson cattura Waters e lo fa confessare il triplice omicidio. Waters e Karr vengono entrambi arrestati e processati.

Il testo di chiusura riporta che Karr ha ricevuto una condanna all'ergastolo; Waters ha ricevuto 68 anni ma è morto in prigione nel 2003. Billy ora presiede la Religious Freedom Coalition e lavora per riportare la preghiera nelle scuole pubbliche, mentre l'American Atheists continua a esistere.

Tipologia

Film

Durata

93 minuti

Regista

Tommy O'Haver

Cast

Adam Scott Brandon Mychal Smith Josh Lucas Juno Temple Melissa Leo Michael Chernus Peter Fonda Rory Cochrane Sally Kirkland Vincent Kartheiser

Caratteristiche

Emozionante Da una storia vera Film Dramma Biografia Politica Storico Contro il sistema Tradimento Provocatorio True crime Crime vintage Religione Anticonformistico Profondo

Audio

Tedesco Inglese - Audiodescrizione Spagnolo Europeo Francese Italiano

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano
Potrebbero interessarti...
Prova a prendermi
The Social Network
Zona d'ombra
Il faro delle orche