Suburra streaming non più disponibile da novembre 2022

Immagine tratta da Suburra
    135 minuti

La Suburra, una zona degradata di Roma, è teatro di un ambizioso progetto immobiliare. Lo Stato, il Vaticano e la mafia sono coinvolti. Tra sette giorni, il meccanismo si romperà: la Suburra affonderà e poi risorgerà.

Nel 2017, Netflix ha pubblicato un adattamento del film sotto forma di serie televisiva, Suburra: Blood on Rome.

3,7
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Nel 2011, Filippo Malgradi è un deputato italiano coinvolto in una proposta di legge per cambiare la classificazione di alcune aree amministrative; il suo obiettivo è quello di consentire un progetto immobiliare a Ostia per trasformarla in una città simile a Las Vegas. Ha stretti rapporti con un boss della criminalità locale - noto come "Samurai", un ex militante terrorista neofascista diventato criminale professionista sotto la copertura di un ignaro proprietario di una stazione di servizio - che ha anch'egli profondi interessi nel progetto immobiliare. Samurai ha legami privilegiati con la Banca Vaticana, che finanzierà il progetto a scopo di lucro.

In una stanza d'albergo, Filippo fraternizza con due prostitute, Sabrina e Jelena; Jelena, che è minorenne, muore per intossicazione. Quando Filippo scappa mentre tenta di disfarsi del corpo con l'altra prostituta, lei chiama Alberto "Spadino" Anacleti per aiutarlo a disfarsi del corpo gettandolo in una cisterna.

Spadino proviene da una famiglia di zingari che ha fatto fortuna con mezzi violenti come prestatori di denaro ed esattori. Hanno prestato denaro al padre di Sebastiano, un pappone che organizza feste segrete nella villa di famiglia per importanti membri dell'alta società italiana. Il padre di Sebastiano si suicida dopo non essere riuscito a pagare i suoi debiti e Manfredi Anacleti, il patriarca della famiglia Anacleti, convoca Sebastiano per convincerlo a cedere tutte le sue proprietà per pagare i debiti del padre.

Spadino decide di ricattare Filippo affinché acquisti droga e prostitute da lui e dalla sua famiglia. Filippo chiede ad Aureliano "Numero 8" Adami di intimidire Spadino, ma il confronto diventa più violento del previsto e Aureliano uccide Spadino lasciando Manfredi Anacleti infuriato e assetato di vendetta.

Aureliano è un delinquente locale che controlla l'obiettivo del progetto immobiliare consentito dal disegno di legge in discussione. Anche suo padre era un criminale e un amico intimo di Samurai. Ha concordato con Samurai una divisione dei profitti a patto che convinca i piccoli imprenditori locali a vendere le loro proprietà a prezzi vantaggiosi a Samurai. Aureliano è innamorato di una tossicodipendente di nome Viola.

Sabrina, temendo per la sua vita, chiede aiuto a Sebastiano che la ospita a casa sua. Lei gli rivela il nome dell'assassino di Spadino e lui decide di dirlo a Manfredi in cambio di clemenza e della villa della sua famiglia. Gli scagnozzi di Anacleti tentano senza successo di uccidere Aureliano. Temendo che una guerra totale tra Aureliano e Manfredi possa minacciare i suoi interessi immobiliari, Samurai decide di intervenire tra i due per riportare la pace. Nel frattempo Manfredi viene a conoscenza del progetto immobiliare e vuole anche lui la sua parte.

Manfredi ricatta Sebastiano affinché gli consegni la prostituta Sabrina; a sua volta, Sabrina rivela a Manfredi Anacleti il nome del politico che sta dietro al progetto, che si rivela essere Filippo. Manfredi irrompe nell'appartamento di Filippo e prende in ostaggio suo figlio, chiedendo di partecipare all'affare. Filippo, infuriato, chiede protezione a Samurai. Samurai, che non vuole perdere la transazione, cerca di far ragionare Aureliano, ma quest'ultimo dice a Samurai che "è vecchio e superato". Samurai, offeso dalle parole di Aureliano e temendo che il Vaticano faccia marcia indietro sul finanziamento del progetto, decide di uccidere lui e i suoi scagnozzi. Durante la sparatoria, Viola si nasconde e riesce a fuggire. Decide di dividere i profitti solo con Manfredi.

Manfredi si rimangia la promessa di restituire la villa di famiglia a Sebastiano e lo picchia duramente. Il disegno di legge viene approvato, ma il corpo di Jelena viene ritrovato sulla spiaggia e Filippo viene avvertito che la magistratura potrebbe indagare su di lui. Nel frattempo, Sebastiano, infuriato, aggredisce Manfredi quando arriva a casa di notte, lo picchia e lo chiude nella gabbia dei feroci pitbull di Manfredi. Dopo l'approvazione della legge, il Primo Ministro si dimette dall'incarico, mettendo a rischio l'immunità parlamentare di Filippo e lasciandolo potenzialmente alla mercé del sistema giudiziario. Infine, Samurai viene ucciso da Viola mentre esce dall'appartamento della madre.

Tipologia

Film

Durata

135 minuti

Regista

Stefano Sollima

Cast

Alessandro Borghi Antonello Fassari Claudio Amendola Elio Germano Giulia Gorietti Greta Scarano Jean-Hugues Anglade Lidia Vitale Pierfrancesco Favino

Caratteristiche

Violento Cupo Da un libro Acclamato dalla critica Film Thriller Crime Criminalità organizzata Politica Corale Roma Corruzione Rivalità Dramma Italiano

Audio

Italiano

Sottotitoli

Italiano
Potrebbero interessarti...
Suburra: La Serie
1 ottobre
Il colonnello Chabert
Les morsures de l'aube