Il dittatore streaming nuovamente disponibile da aprile 2024

Immagine tratta da Il dittatore
    83 minuti

L'eroica storia di un dittatore che rischia la vita per garantire che la democrazia non arrivi mai nel paese che ha oppresso con tanto amore.

I produttori Jeff Schaffer e David Mandel hanno dichiarato che il personaggio di Baron Cohen è stato ispirato da dittatori reali come Kim Jong-il, Idi Amin, Muammar Gheddafi, Mobutu Sese Seko e Saparmurat Niyazov. I titoli di testa del film lo dedicano a Kim Jong-il, "in amorevole memoria". Ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica e ha incassato 179 milioni di dollari.

3,1
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Per anni, la fittizia nazione nordafricana di Wadiya (che su una mappa è mostrata come coterminata con i confini dell'Eritrea) è stata governata dall'Ammiraglio Generale Haffaz Aladeen, un dittatore infantile, sessista, anti-occidentale e antisemita che si circonda di guardie del corpo femminili, sponsorizza il terrorismo (in particolare dando rifugio al leader di Al-Qaeda Osama Bin Laden dopo che "un anno fa hanno ucciso il suo sosia"), cambia molte parole del dizionario Wadiyan in "Aladeen" e sta lavorando allo sviluppo di armi nucleari per "distruggere Israele". Si rifiuta inoltre di vendere i giacimenti petroliferi di Wadiya, una promessa fatta al padre prima della sua morte. Dopo che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite decide di intervenire militarmente, Aladeen si reca alla sede delle Nazioni Unite a New York per parlare al Consiglio.

Poco dopo il suo arrivo, Aladeen viene rapito da Clayton, apparentemente incaricato dei preparativi per la sicurezza, ma in realtà un sicario ingaggiato dal perfido zio Tamir, che il padre di Aladeen aveva spodestato come successore a favore del figlio. Tamir rimpiazza Aladeen con un sosia sprovveduto di nome Efawadh, che intende manipolare per fargli firmare un documento che democratizza nominalmente la Wadiya, mentre apre i giacimenti petroliferi del paese agli interessi stranieri. Aladeen fugge dopo che Clayton si brucia accidentalmente durante un tentativo di tortura fallito. Quando il suo cadavere bruciato viene scoperto, Tamir pensa che Aladeen sia stato ucciso. Tuttavia, Aladeen è praticamente irriconoscibile perché Clayton gli ha tagliato l'iconica barba prima della sua morte.

Vagando per New York City in abiti civili, Aladeen (assumendo la falsa identità di "Allison Burgers") incontra Zoey, un'attivista per i diritti umani che gli offre un lavoro presso la sua cooperativa di vita alternativa e socialmente progressista. Aladeen rifiuta l'offerta e incontra "Nuclear" Nadal, l'ex capo del programma di armi nucleari di Wadiya, che Aladeen pensava di aver giustiziato in precedenza per una discussione sul design della testata. Aladeen lo segue nel quartiere "Little Wadiya" di New York, popolato da rifugiati provenienti dal suo stesso paese, e lo incontra nel "Death to Aladeen Restaurant", un ristorante gestito e frequentato da numerose persone che Aladeen aveva ordinato di giustiziare. Dopo un tentativo fallito di coprire la sua identità, Aladeen viene accusato di essere un "simpatizzante di Aladeen" dal cameriere del ristorante e dai rifugiati. Nadal salva Aladeen dall'aggressione e gli rivela che tutte le persone che aveva ordinato di giustiziare sono state mandate in esilio negli Stati Uniti, poiché il boia è un membro del movimento di resistenza. Nadal accetta di aiutare Aladeen a sventare il complotto di Tamir e a riconquistare il suo potere, a condizione che Aladeen lo metta nuovamente a capo del programma nucleare di Wadiya. Aladeen è d'accordo e accetta l'offerta di lavoro di Zoey, che si occupa del catering nell'hotel dove avverrà la firma. Aladeen si avvicina a Zoey dopo che lei rifiuta le sue avances sessuali e gli insegna a masturbarsi; alla fine si innamora di lei dopo averla vista arrabbiata. Per risollevare le sorti dell'attività in difficoltà di Zoey, Aladeen inizia a imporre orari rigidi a tutti, formando un culto della personalità intorno a Zoey e intimidendo un ispettore affinché dia una buona recensione del negozio.

Tuttavia, la relazione tra Aladeen e Zoey diventa tesa dopo che lui decide di essere onesto con lei e di rivelarle il suo vero io; lei non può amare un uomo che è stato così brutale con la sua stessa gente. Dopo aver acquisito una nuova barba presa da un cadavere, Aladeen arriva all'hotel in zip e dice a Efawadh di essersi ripreso; il suo sosia era stato ingannato e aveva pensato che il Leader Supremo fosse malato. Alla cerimonia della firma, strappa il documento di Tamir davanti ai media e tiene un appassionato discorso in cui elogia le virtù della dittatura, facendo un involontario parallelismo con le attuali questioni degli Stati Uniti. Tuttavia, vedendo Zoey nella stanza, le dichiara il suo amore e, conoscendo le opinioni di Zoey, giura di democratizzare il suo paese e di aprire i giacimenti petroliferi di Wadiya agli affari, ma in modo che la popolazione ne tragga beneficio. Furioso per la permanenza di Aladeen al potere, Tamir tenta di sparargli ma Efawadh salta davanti al proiettile e sopravvive, poiché è il suo lavoro "essere colpito alla testa". Tamir viene poi arrestato.

Un anno dopo, Wadiya tiene le sue prime elezioni democratiche, anche se sono truccate a favore di Aladeen (che ha aggiunto il titolo di "Presidente Primo Ministro" a quello precedente di Ammiraglio Generale). In seguito, sposa Zoey, ma rimane scioccato quando lei rompe un bicchiere con il piede e rivela di essere ebrea; per tutto il film viene mostrato mentre giura di distruggere Israele. Le scene durante i titoli di coda mostrano il convoglio di Aladeen, ora composto da auto ecologiche, Aladeen che fa visita a un Nadal reintegrato e successivamente Zoey che rivela in un'intervista televisiva di essere incinta del primo figlio della coppia. Aladeen risponde alla notizia chiedendo se Zoey avrà "un maschio o un aborto".

Il montaggio non classificato de Il Dittatore dura quindici minuti in più rispetto agli 83 minuti della versione originale nelle sale. Gran parte del materiale aggiunto è costituito da contenuti sessuali e dialoghi supplementari. C'è una scena in cui Aladeen si addormenta nel retro del negozio e una delle sue guardie del corpo, Etra, cerca di ucciderlo picchiandolo con i suoi seni ingrossati su ordine di Tamir. Un'altra scena aggiunta è quella in cui il signor Ogden, il direttore del Lancaster Hotel, parla con Zoey al The Collective e annulla il contratto di catering a causa di Aladeen.

Tipologia

Film

Durata

83 minuti

Regista

Larry Charles

Cast

Adeel Akhtar Anna Faris Ben Kingsley Bobby Lee Chris Parnell Fred Armisen Jason Mantzoukas Jessica St. Clair Kevin Corrigan Megan Fox Sacha Baron Cohen

Caratteristiche

Irriverente Ammiccante Satira Rivolta politica New York Comico Commedia cupa Film di Hollywood

Audio

Tedesco Inglese [originale] Spagnolo Europeo Francese Italiano Russo

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Italiano Ucraino
Potrebbero interessarti...
Suxbad - Tre menti sopra il pelo
Ace Ventura - L'acchiappanimali
White Chicks
Johnny English