Million Dollar Baby streaming nuovamente disponibile da marzo 2023

Immagine tratta da Million Dollar Baby
    133 minuti

Film drammatico sportivo americano del 2004 diretto da Clint Eastwood, che ne è anche il protagonista insieme a Hilary Swank e Morgan Freeman. Paul Haggis ha adattato la sceneggiatura dalla raccolta di racconti del 2000 Rope Burns: Stories from the Corner di F.X. Toole.

Margaret "Maggie" Fitzgerald (Swank) è una cameriera disagiata del Missouri che cerca una vita migliore a Los Angeles. Così, naturalmente, fa quello che fanno tutte le cameriere in crisi per aiutarsi: decide di diventare una pugile professionista.

La prima parte del film è dedicata a Maggie che cerca di convincere Frankie Dunn (Eastwood), che gestisce la palestra Hit Pit, ad allenarla per diventare una pugile credibile. Alla fine ci riesce e riesce a convincere Frankie e Eddie "Scrap Iron" Dupris (Freeman), un altro allenatore ed ex pugile, ad avvicinarsi a lei.

Dopo una buona dose di allenamento, Maggie riesce a entrare nel mondo della boxe femminile professionale, dove ottiene un notevole successo. Alla fine, però, le cose prendono una brutta piega.

Noto per i suoi personaggi forti e la trama interessante, il film ha vinto quattro premi Oscar, tra cui miglior film, miglior regista (Eastwood), miglior attrice (Swank) e miglior attore non protagonista (Freeman). Eastwood e la Swank hanno vinto anche i Golden Globe rispettivamente come miglior regista e attrice.

Million Dollar Baby è stato distribuito nelle sale cinematografiche il 15 dicembre 2004 da Warner Bros. Pictures. Ha ricevuto il plauso della critica e ha incassato 216,8 milioni di dollari in tutto il mondo. Il film ha ottenuto sette nomination alla 77ª edizione degli Academy Awards e ne ha vinte quattro: Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice (per la Swank) e Miglior attore non protagonista (per Freeman).

4,7
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Margaret "Maggie" Fitzgerald, una cameriera degli Ozarks, si presenta all'Hit Pit, una palestra fatiscente di Los Angeles di proprietà e gestita da Frankie Dunn. Dunn è un allenatore irlandese-americano irascibile, che si rivela estraneo alla figlia. Maggie chiede a Frankie di allenarla, ma lui rifiuta perché non allena le donne e lei è troppo vecchia per iniziare una carriera nella boxe. Eddie "Scrap-Iron" Dupris, amico e dipendente di Frankie - la voce narrante del film - incoraggia e aiuta Maggie. Il candidato di Frankie, "Big Willie" Little, firma con il manager di successo Mickey Mack dopo essere diventato impaziente perché Frankie rifiuta le offerte per un incontro di campionato. Frankie accetta quindi con riluttanza di allenare Maggie.

Maggie si fa strada nel mondo della boxe amatoriale femminile con l'aiuto di Frankie. Poiché si è guadagnata la reputazione di essere una rapida cacciatrice di pugili, Frankie deve ricorrere alla corruzione per convincere gli altri manager a mettere i loro apprendisti pugili contro di lei. Scrap, preoccupato quando Frankie rifiuta diverse offerte per incontri importanti, organizza un incontro per Maggie con Mickey Mack, ma lei, per lealtà verso Frankie, rifiuta. Frankie dà a Maggie un soprannome gaelico, ricamato sulla sua tunica da pugile, Mo Chuisle (scritto erroneamente nel film come "mo cuishle"), ma non le dice il suo significato. I due viaggiano in Europa mentre Maggie continua a vincere; alla fine Maggie mette da parte abbastanza soldi per comprare una casa a sua madre, ma quest'ultima la rimprovera per aver messo a repentaglio i suoi aiuti governativi, sostenendo che tutti a casa ridono di lei.

Frankie è finalmente disposto a organizzare un incontro per il titolo. Assicura a Maggie un incontro da 1 milione di dollari a Las Vegas contro la campionessa WBA dei pesi welter femminili, Billie "The Blue Bear" Osterman, un'ex-prostituta tedesca che ha la reputazione di essere una combattente corrotta. Maggie inizia a dominare l'incontro, ma Billie la mette al tappeto con un pugno illegale alle spalle dopo il suono della campana che chiude il round. Maggie atterra violentemente sullo sgabello dell'angolo, rompendosi il collo e rimanendo tetraplegica dipendente da un respiratore. Frankie chiede il parere di diversi medici, nessuno dei quali può aiutarlo. Si scaglia contro Scrap, incolpandolo, poi cerca di negoziare con Dio attraverso la preghiera.

Mentre è in ospedale, Maggie attende con ansia la visita della sua famiglia. Arrivano solo dopo aver visitato Disneyland e gli Universal Studios Hollywood. Accompagnati da un avvocato, la loro unica preoccupazione è quella di farsi trasferire i beni di Maggie. Disgustata, la donna ordina loro di andarsene e minaccia di denunciare la loro frode sociale se proveranno a contattarla di nuovo.

Maggie sviluppa presto delle piaghe da decubito e subisce un'amputazione per una gamba infetta. Chiede quindi a Frankie di aiutarla a morire, dichiarando di aver ottenuto tutto ciò che voleva dalla vita. Un Frankie inorridito rifiuta e Maggie si morde la lingua nel tentativo di morire dissanguata. Conoscendo l'affetto paterno che Frankie ha sviluppato per Maggie, il prete di Frankie lo avverte che non ritroverebbe mai più se stesso se accettasse la richiesta di Maggie. Frankie si intrufola nell'ospedale una notte, ignaro del fatto che Scrap lo sta osservando dall'ombra. Poco prima di somministrare un'iniezione fatale di adrenalina, dice a Maggie il significato di "mo chuisle": "il mio tesoro e il mio sangue". Non torna più in palestra. La narrazione di Scrap si rivela essere una lettera alla figlia di Frankie, che la informa della vera natura del padre.

Tipologia

Film

Durata

133 minuti

Regista

Clint Eastwood

Cast

Anthony Mackie Brían F. O'Byrne Clint Eastwood Hilary Swank Jay Baruchel Lucia Rijker Margo Martindale Mike Colter Morgan Freeman Riki Lindhome

Caratteristiche

Emozionante Crudo Da un libro Strappalacrime Boxe Film di Hollywood Dramma

Audio

Inglese [originale] Italiano

Sottotitoli

Italiano
Potrebbero interessarti...
Will Hunting - Genio ribelle
Pulp Fiction
Prova a prendermi
Cast Away