Mediterraneo streaming nuovamente disponibile da aprile 2022

Immagine tratta da Mediterraneo
  98 minuti

Mare greco, Seconda Guerra Mondiale. Una nave italiana lascia un manipolo di soldati in un'isoletta; la loro missione è quella di individuare le navi nemiche e di tenere l'isola in caso di attacco. Il villaggio dell'isola sembra abbandonato e non c'è un solo nemico in vista, così i soldati iniziano a rilassarsi un po'. Le cose cambiano quando la loro nave viene colpita e distrutta dal nemico e i soldati si ritrovano abbandonati sull'isola. In realtà, l'isola non è deserta e quando i greci capiscono che quegli italiani sono innocui, escono dai loro nascondigli sulle montagne e continuano la loro vita tranquilla. Ben presto i soldati scoprono che essere abbandonati in un'isola greca dimenticata da Dio non è poi così male...

Mediterraneo è un film commedia-drammatico italiano del 1991 diretto da Gabriele Salvatores e scritto da Enzo Monteleone. Il film è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e riguarda un gruppo di soldati italiani che rimangono bloccati su un'isola greca nel Mar Egeo, abbandonati dalla guerra. Ha vinto il premio Oscar come miglior film straniero nel 1992.

3,9
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Nel 1941, un anno dopo che l'Italia si è unita alla Germania contro gli Alleati nella Seconda Guerra Mondiale, un piccolo gruppo di soldati italiani disadattati viene inviato su una piccola isola greca nel Mar Egeo per quattro mesi di guardia. Tra i soldati ci sono un tenente che ama l'arte, un sergente macho, un istruttore di sci accompagnato dalla sua amata asina Silvana e altri personaggi stravaganti. Non si tratta di soldati molto bravi, ma di una sezione trasversale di uomini medi e indipendenti che, come i greci (e l'occasionale turco in visita), sono mediterranei e assomigliano molto alla gente del posto per aspetto e cultura: nel corso del film ricorre la frase "Una faccia, una razza".

I soldati prevedono attacchi dall'esterno e dall'interno dell'isola e adottano ogni tipo di precauzione. Trovano una piccola città senza abitanti. Quella notte, vedono dei bombardamenti all'orizzonte e, grazie a un'intercettazione radio, scoprono che la nave che doveva andare a prenderli è stata distrutta. Misteriosamente, le persone riappaiono nel villaggio: gli abitanti dicono di essersi nascosti perché i tedeschi avevano preso tutti gli uomini, ma avendo visto che gli italiani sono assolutamente innocui hanno deciso di tornare alle loro vite. Non passa molto tempo prima che la natura solare di tutti si manifesti. I soldati italiani, estranei a una guerra che chiaramente non sentono come propria, vengono assorbiti dalla vita, dal calore e dal paesaggio dell'isola idilliaca.

Il prete ortodosso locale chiede al tenente, un pittore dilettante, di restaurare le pitture murali della sua chiesa. Due soldati, che sono fratelli, fanno amicizia con un'adorabile giovane donna, una pastorella. Alla fine consumano la loro amicizia con la pastorella che, a sua volta, li ama entrambi allo stesso modo. Il sergente Lo Russo, l'unico membro dell'equipaggio con un ardente spirito di guerra, si dedica alla danza popolare e inizia a riflettere sul suo posto nell'universo. Nel frattempo, il soldato più timido, Farina, si innamora della prostituta dell'isola, di nome Vasilissa.

In età avanzata, tre degli uomini si riuniscono sull'isola

Tipologia

Film

Durata

98 minuti

Regista

Gabriele Salvatores

Cast

Antonio Catania Claudio Bigagli Claudio Bisio Diego Abatantuono Gigio Alberti Giuseppe Cederna Irene Grazioli Luigi Montini Memo Dini Ugo Conti Vanna Barba Vasco Mirandola

Caratteristiche

Romantico Classico Acclamato dalla critica Film Militare Corale Premiato agli Oscar Seconda guerra mondiale Dramedy Italiano

Audio

Italiano

Sottotitoli

Italiano
Potrebbero interessarti...
Il postino
Being Elmo: A Puppeteer's Journey
Stupore e tremori
Generazione 1000 Euro