Raat Akeli Hai streaming disponibile da luglio 2020

Immagine tratta da Raat Akeli Hai
        150 minuti

Raat Akeli Hai (tradotto 'La notte è solitaria') è un film drammatico thriller indiano in lingua hindi del 2020 diretto da Honey Trehan. Interpretato da Nawazuddin Siddiqui, Radhika Apte, Shweta Tripathi, Tigmanshu Dhulia, Shivani Raghuvanshi, Nishant Dahiya, Gyanendra Tripathi, Ila Arun, Swanand Kirkire, Nitesh Kumar Tiwari e Aditya Srivastava, il film segue le vicende di un poliziotto di provincia che viene chiamato a indagare sulla morte di un anziano membro della famiglia.Raat Akeli Hai è stato distribuito su Netflix il 31 luglio 2020. Il film ha ricevuto il plauso della critica per le sue interpretazioni e la sua regia. Nawazuddin Siddiqui è stato premiato come miglior attore ai Filmfare OTT Awards e il film ha vinto anche come miglior film.

3,4
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Il film inizia con un'auto seguita da un camion. Il camion colpisce l'auto e questa si ribalta. Un uomo scende e uccide brutalmente l'autista e la signora che erano in macchina. L'assassino porta poi i corpi in una fabbrica e li brucia con l'acido. Mentre lo fa, versa accidentalmente l'acido su una delle sue mani.

Cinque anni dopo, l'ispettore Jatil Yadav assiste al matrimonio del suo collega Narendra Singh, dove la madre di Jatil è alla disperata ricerca di una ragazza con cui farlo sposare. Jatil è irritato e imbarazzato e fa tornare di corsa la madre a casa per evitare ulteriori interferenze nella sua vita privata. Mentre sta cenando, Jatil viene chiamato dall'SSP per indagare sull'omicidio di alto profilo di un ricco aristocratico di nome Raghuveer Singh. Jatil scopre che Raghuveer è stato ucciso con la sua stessa pistola durante la prima notte di nozze ed è ulteriormente incuriosito dal silenzio e dalla mancanza di conoscenza della famiglia sulla questione. Jatil Yadav viene presentato alla famiglia da Ramesh Chauhan, fratello della prima moglie di Raghuveer Singh (uccisa 5 anni prima). I membri della famiglia di Raghuveer includono i suoi due figli - Karuna Singh (figlia di Raghuveer Singh) e Karan (figlio di Raghuveer Singh), Chunni (la domestica di casa), Pramila Singh (moglie del fratello di Raghuveer Singh e cognata di Raghuveer Singh), Vasudha e Vikram Singh (figlia e figlio di Pramila), Ravi Sisodia - il volubile marito di Karuna e Radha - la giovane sposa di Raghuveer Singh. All'inizio dell'interrogatorio, viene rivelato a Jatil che Vikram è stato il primo a scoprire il cadavere di Raghuveer. Secondo il racconto di Vikram, era andato a prendere la sua fidanzata (figlia del famigerato MLA Munna Raja) intorno alle 9:30. Tornò verso le 11:15 e poi portò le signore di casa in un tempio alle 12:30.

Vikram racconta di aver trovato suo zio Raghuveer morto. Dice anche che alle 10:30 c'è stato un baraat davanti alla casa. Jatil scopre infine la presenza di scale posteriori che collegano direttamente a un serbatoio d'acqua e si chiede se quel percorso sia stato utilizzato per svolgere qualche attività sospetta. Durante le indagini Jatil inizia a interrogare Radha. Jatil sviluppa un debole per lei perché qualcosa gli dice che la famiglia di Raghuveer la sta rendendo un capro espiatorio. Radha viene trattata come un'estranea dalla famiglia, che non la sopporta. Dopo essersi inizialmente rifiutata di collaborare, Radha ricorda qualcosa che la collega a Jatil e dà il biglietto a Chunni perché lo passi a Jatil. Sul biglietto c'è scritto l'indirizzo di Radha e lui ricorda chiaramente di aver salvato Radha cinque anni prima, quando lei aveva tentato il suicidio gettandosi da un treno. Questo lo porta a credere che Radha sia una ragazza innocente ed emotivamente disturbata che si trova sotto il fuoco incrociato di quello che sembra essere un complotto insidioso. Approfondendo le indagini, Jatil scopre che la prima moglie di Raghuveer è stata uccisa durante una rapina mentre tornava da Gwalior verso Kanpur.

Jatil scopre anche che Karan, il figlio di Raghuveer, è stato arrestato in passato per possesso di droga. Jatil si rende conto che nella complicata famiglia di Raghuveer c'è molto di più di quello che sembra.

Il giorno dopo, durante le indagini, Jatil trova delle riviste erotiche nell'armadio di Raghuveer e alcune foto di donne e una perlina di plastica sotto il letto. Scopre inoltre che Radha è stata venduta dal padre e che una delle foto ritrae Radha con un livido sulla schiena che aveva trovato in precedenza. Radha continua a non dire nulla a Jatil. Più tardi, Munna Raja arriva dopo che Ravi Sisodia lo ha chiamato per rispondere allo stile investigativo di Jatil. Mentre indaga nel maniero, Jatil individua anche una donna anziana e senile che in passato era stata la cameriera di casa. Il figlio dell'anziana cameriera era l'autista quando la prima moglie di Raghuveer tornava da Gwalior a Kanpur ed è la nonna di Chunni. Jatil continua a indagare. La scientifica dice a Jatil che Raghuveer è stato ucciso tra le 22 e le 12 con la sua stessa pistola e che i segni contundenti sono dovuti al fatto che è stato colpito dal calcio della stessa pistola.

I tabulati telefonici rivelano che Vikram ha ricevuto una telefonata dallo zio alle 11:30 e molte telefonate da un numero sconosciuto, identificato come quello di Radha. Non sono state trovate impronte sulla pistola o sul telefono di Raghuveer. Durante un interrogatorio con Chunni, Jatil scopre che è stata lei a portare la lampada nella stanza di Raghuveer e a tornare con la lampada che si è rotta sulle scale. La donna si astiene anche dal rivelare qualsiasi cosa relativa all'indagine in corso, ma dice di non aver potuto vedere suo padre, che è morto in quell'incidente stradale e il caso è stato chiuso. Jatil inizia a indagare sulla morte della prima moglie di Raghuveer e del suo autista. Scopre che la polizia di un'altra città aveva segnalato un'auto simile che era stata archiviata come caso di omissione di soccorso. Questo lo conduce a una conceria di Jajmau gestita da un macellaio, ma che in origine era di proprietà di Munna Raja.

Ulteriori indagini sulla famiglia rivelano che Karuna non gradisce l'ingerenza della zia e della cugina che la guardano costantemente negli occhi. Più tardi, Jatil trova un referto medico e al mattino Chunni viene trovata morta vicino alle scale di servizio. In seguito litiga con il suo collega Narendra e dice apertamente all'SSP che scoprirà la verità. Più tardi viene attaccato dai sicari e chiede aiuto a Narendra, ma quest'ultimo lo ignora e gli dice che sta per arrestare Radha. Jatil avverte immediatamente Radha di scappare, ma prima che possa farlo Ravi la insegue e lei si chiude in una stanza. Jatil arriva in tempo per portarla via, ma i sicari continuano a inseguirli. Riescono a prendere un treno, anche se, a loro insaputa, uno degli scagnozzi prende il treno. Più tardi nella notte Radha si sveglia e vede che Jatil è scomparso. Prende il suo coltello e trova Jatil attaccato dal Macellaio che lavora per Munna Raja. Entrambi lo sopraffanno e lo gettano fuori dal treno. Jatil e Radha raggiungono la fattoria di Raghuveer a Gwalior. In quel periodo Narendra Singh sta indagando sull'omicidio di Chunni e la scientifica lo informa della pelle morta trovata nelle unghie della ragazza, portandolo a concludere che il sospetto è un uomo con la pelle bruciata.

Narendra fa rapporto e si reca alla SSP, ma vede l'uomo con i segni delle unghie sulla mano bruciata nell'ufficio della SSP con Munna Raja. Va dalla nonna di Chunni e le mostra la foto dell'uomo. Lo informa di tutto questo a Jatil, ma nel frattempo trova nella borsa di Radha un dupatta con la stessa perlina che aveva trovato in precedenza; la affronta dicendole che in realtà era nella stanza e che ha mentito, e le confessa che lei e Vikram avevano una relazione e che aveva intenzione di fuggire con Vikram, ma che lui non l'aveva fatto perché aveva intenzione di sposare la figlia di MLA, Alla vista di ciò, la donna si infuria e chiama Vikram per parlare con lei; lui torna non appena ha lasciato la sua fidanzata, parcheggia l'auto e, senza che nessuno se ne accorga, prende le scale di servizio e affronta Radha. Mentre stava per entrare nella stanza per dire a Raghuveer della relazione, la luce si spense e Chunni salì con la lampada. Quando torna l'elettricità, tutti trovano Raghuveer già morto. Vikram le dice di scendere al piano di sotto e nel frattempo dice a Chunni di chiamare sul suo cellulare dal telefono di Raghuveer.

Dopo di che, mentre sta tornando, Chunni fa cadere la lampada sulle scale. Vikram prende le scale di servizio e torna al cancello principale, chiedendo alle donne di andare al tempio. Più tardi Jatil informa l'SSP di aver fatto arrendere Radha in un'altra stazione di polizia.

Jatil apre il referto medico e trova un referto a nome della prima moglie di Raghuveer che riporta un aborto e che è stato fatto un giorno prima dell'incidente. Chiede informazioni al fratello di lei, Ramesh, il quale gli dice che era qui con lui perché Karan aveva preso la malaria, ma che era partita all'improvviso per Kanpur; quando glielo chiede al telefono, gli dice di aver sentito i clacson del treno, ma in realtà lei viaggiava in auto. Interpella anche il custode della fattoria, che racconta di avergli ordinato di chiamare ogni volta che Raghuveer si presentava con un'altra donna. Indagando nella casa colonica, trova le stesse riviste erotiche, foto Polaroid, macchina fotografica Polaroid e un distintivo di un collegio. Visita anche la clinica per gli aborti e guarda il video del matrimonio. Viene a sapere che Radha è stata portata dalla polizia sotto il ponte per ordine dell'SSP. Mentre Radha viene portata da Narendra Singh sotto il ponte, arriva lo stesso furgone che stava inseguendo Jatil con a bordo il macellaio; quest'ultimo esce e ispeziona il furgone, mentre apre il furgone per portare fuori Radha, Jatil, che l'ha sempre accompagnata, esce e attacca provocando un fuoco incrociato in cui Radha rimane ferita, ma il macellaio scappa; non appena il macellaio raggiunge la sua casa, la nonna di Chunni arriva da dietro e gli getta addosso dell'olio che lo brucia vivo.

Nel momento culminante, Radha arriva con Jatil nel bungalow con tutti i presenti e inizia a raccontare la verità. Prima affronta Ravi Sisodia dicendo che è stato lui a dare la droga a Karan e poi la scuola lo ha catturato e Raghuveer lo ha fatto uscire su cauzione. È stato infatti il macellaio a uccidere la prima moglie e l'autista di Raghuveer e a bruciare i corpi nella conceria per ordine di Munna Raja. La signora Raghuveer fu avvisata dal custode di una donna che Raghuveer aveva portato nella fattoria. Sbirciando da una finestra, la signora Raghuveer scopre che la donna non è altro che Vasudha, la figlia di Pramila. Vasudha ha subito molti abusi sessuali da parte dello zio Raghuveer, che le scattava foto perverse e la violentava. In seguito all'aborto di Vasudha, fu espulsa da scuola. Il 16 Chunni denunciò la scomparsa del padre (l'autista che fu ucciso insieme alla signora Raghuveer durante il loro fatidico viaggio in auto di ritorno da Kanpur). Il caso fu chiuso senza che venissero svolte le dovute indagini.

Si scopre che Vasudha ha ucciso lo zio perché, quando lo ha messo di fronte alla verità, lui ha respinto le sue affermazioni, l'ha insultata e le ha chiesto di uccidersi. In un impeto di rabbia, Vasudha prende la sua pistola e gli spara a bruciapelo. Più tardi, Vasudha tira fuori il suo dupatta e lo mette nella borsa di Radha. Il cambio del dupatta viene notato da Jatil nel video del matrimonio mentre sta esaminando il filmato alla ricerca di indizi. Viene anche rivelato che la signora Raghuveer aveva chiamato Pramila per dirle che sua figlia Vasudha veniva abusata sessualmente dal marito Raghuveer. Dopo aver condiviso la verità con Pramila, quest'ultima rimane scioccata ma sfrutta l'occasione per insabbiare la verità. La signora Raghuveer aveva intenzione di tornare a casa del fratello, ma Pramila la prega di tornare a Kanpur. Nel frattempo, Pramila si rivolge disperata a Munna Raja (il deputato locale e amico della famiglia) e suggerisce di uccidere la signora Raghuveer che sta tornando a Kanpur. Teme che la signora Raghuveer li porti via dalla loro proprietà per evitare qualsiasi controversia. Pramila sfrutta l'occasione per trovare un accordo con Raghuveer per far trasferire una parte della proprietà a nome del figlio Vikram, in modo da essere ripagata per i suoi sforzi nel mantenere la famiglia. Munna Raja rivela di aver comprato Radha da suo padre per Raghuveer per placare i suoi desideri sessuali. Dopo essere stato messo di fronte alla verità, suo figlio Vikram la evita con disgusto. Karuna piange incredula. Karan la osserva. Vasudha ha gli occhi pieni di lacrime ed è sconvolta dal fatto che sua madre abbia cercato di salvare il suo carnefice. Pramila si uccide per salvare la faccia. Durante la cremazione di Pramila, Vasudha racconta a Jatil la verità.

Jatil torna alla sua vita normale con la madre che è intenta a trovare un compagno adatto a lui. Raggiunge il treno di Radha e le chiede sottilmente di passare la sua vita con lui, cosa che lei accetta timidamente.

Tipologia

Film

Durata

150 minuti

Regista

Honey Trehan

Cast

Aditya Srivastava Gyanendra Tripathi Ila Arun Khalid Tyabji Natasha Rastogi Nawazuddin Siddiqui Nishant Dahiya Padmavati Rao Radhika Apte Riya Shukla Shivani Raghuvanshi Shreedhar Dubey Shweta Tripathi Swanand Kirkire Tigmanshu Dhulia

Caratteristiche

Cupo Bollywood Thriller Giallo Crime Detective Famiglie disfunzionali Poliziotti Premiato Filmfare Awards Questioni sociali Dramma Indiano

Audio

Inglese Hindi - Audiodescrizione

Sottotitoli

Tedesco Greco Inglese Francese Hindi Croato Italiano
Potrebbero interessarti...
Sacred Games
Delhi Crime
Drishyam
Madras Café