La lotta per la sopravvivenza streaming disponibile da marzo 2020

Immagine tratta da La lotta per la sopravvivenza
        83 minuti

Un giovane uomo, Antoine, vuole seguire un corso di sopravvivenza in una zona remota della foresta nel nord del Quebec.

Il cast del film comprende anche Marc-André Grondin, Isabelle Giroux, Marilyn Castonguay, Marc Beaupré, Marie-Évelyne Lessard e Guillaume Cyr.

Il film è stato presentato in anteprima nelle sale cinematografiche al Rendez-vous Québec Cinéma nel febbraio 2020, mentre l'anteprima su Netflix è prevista per la fine dell'anno. In seguito è stato reso disponibile come originale su Netflix, con tracce audio doppiate in 32 lingue; per la versione inglese (diretta da John DeMita), tutto il cast originale ha doppiato i propri dialoghi per garantire che l'accento inglese dei Québécois francofoni fosse rappresentato in modo accurato.

2,9
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Un giovane uomo di nome Antoine, la sua compagna e la loro figlioletta si esercitano in un'evacuazione d'emergenza della loro casa, prendendo una "borsa da fuga" con l'equipaggiamento e cronometrando gli sforzi. Il giorno successivo, la famiglia guarda un video di formazione sulla conservazione del cibo realizzato da Alain, un carismatico appassionato di sopravvivenza di mezza età. Dopo aver ricevuto un invito a visitare la baita di Alain per una sessione di addestramento di più giorni, Antoine guida da solo attraverso un paesaggio innevato fino al campo isolato, dove incontra Alain. Alain ha costruito un campo autosufficiente, con una capanna, una serra, pollai, un generatore, pannelli solari e batterie. Al campo arrivano altri appassionati di sopravvivenza, tra cui Rachel (un ex soldato), Sebastien (un appassionato di caccia), Anna, Francois e David, un paramilitare.

Alain addestra gli studenti alle esercitazioni con pistola e fucile, alla cattura e alla preparazione di piccoli animali e alla semina nella serra. Gli studenti mangiano nella capanna di Alain e dormono in una grande tenda. Durante il pasto serale, Alain racconta agli studenti le sue filosofie di sopravvivenza. Dice loro che, nonostante l'opinione generale che i survivalisti siano estremisti, pensa che gli studenti siano tutti ottimi esempi di ciò che un "cittadino lucido" dovrebbe essere. Dice che se la società dovesse crollare, lui potrebbe vivere nel suo accampamento e provvedere alle proprie necessità e invita Antoine a pensare di stabilire una casa nell'accampamento in futuro. Gli studenti imparano poi a costruire bombe a tubo. Alain dice loro che, in caso di collasso sociale, se un gran numero di "migranti con il machete" tentasse di entrare nel campo, i soli fucili potrebbero non essere una difesa sufficiente. Dopo aver testato una bomba, gli studenti impacchettano l'attrezzatura. Francois ha il compito di trasportare una cassa di bombe al campo, che esplode accidentalmente, uccidendolo.

La maggior parte degli studenti vuole chiamare la polizia e denunciare l'incidente, ma Alain e David si rifiutano, dicendo che saranno tutti accusati di terrorismo interno o omicidio colposo e Alain perderà il suo campo di sopravvivenza. Alain sospende la riunione e propone di decidere cosa fare domattina. Gli studenti accettano e vanno a letto. Dall'interno della tenda, gli studenti notano un'improvvisa luce intensa. Escono per indagare. Vedono Alain che brucia il corpo di Francois con la benzina. Dopo aver protestato, la maggior parte degli studenti cerca di lasciare il campo usando la motoslitta di Alain, ma quest'ultimo spara ad Anna alla gamba. Lui e David la portano nel capanno dove Alain le applica un laccio emostatico e la lega. Gli altri studenti scappano nel bosco. Sebastien viene presto ucciso da un cappio-trappola. Antoine e Rachel fuggono nella boscaglia, dove trovano un nascondiglio di armi e cibo preparato da Alain. Il giorno dopo, i due riescono a tornare all'auto di Antoine, ma David tende loro un'imboscata con un fucile d'assalto e Antoine viene ucciso. Rachel ha una sparatoria con David e alla fine lo uccide con un colpo di pistola. Torna alla baita e scopre che Anna è morta per le ferite riportate. Rachel dà fuoco alla serra e porta il fucile d'assalto al piano superiore per cercare Alain.

Quando Alain arriva al parcheggio con la sua motoslitta, trova i cadaveri nell'area di sosta e torna alla sua baita. Quando Alain si avvicina, Rachel gli spara, bloccandolo, ma lui usa delle granate fumogene per nascondere i suoi movimenti e raggiunge la baita. Lei lo disarma quando lui entra nella sua stanza e i due hanno una brutale lotta corpo a corpo. Alla fine, nonostante sia ferita, lo mette fuori combattimento. Nella scena finale, mentre in sottofondo si sente il precedente discorso di Alain sulla sopravvivenza, Rachel carica il ferito Alain su una slitta collegata alla motoslitta e si allontana dal campo.

Tipologia

Film

Durata

83 minuti

Regista

Patrice Laliberté

Cast

Guillaume Cyr Guillaume Laurin Isabelle Giroux Juliette Maxyme Proulx Marc Beaupré Marc-André Grondin Marie-Evelyne Lessard Marilyn Castonguay Réal Bossé

Caratteristiche

Cupo Suspense Film Azione e avventura Corale Thriller d'azione Canadese

Audio

Tedesco Inglese Spagnolo Europeo Francese Canadese - Audiodescrizione Italiano

Sottotitoli

Tedesco Inglese Francese Francese Canadese Italiano
Potrebbero interessarti...
Mindhunter
Narcos
Ozark
Vis a vis - Il prezzo del riscatto