Divines streaming disponibile da novembre 2016

Immagine tratta da Divines
    107 minuti

In un ghetto vicino a Parigi, dove la droga e la religione regnano sovrane, Dounia è affamata di potere e successo. Con l'aiuto della sua migliore amica, Maimouna, decide di seguire le orme di un rispettato spacciatore. Quando Dounia incontra una giovane e sensuale ballerina, si apre un'altra finestra attraverso la quale intravede la promessa di una vita molto diversa.

Divines è un film drammatico del 2016 diretto da Houda Benyamina. È stato presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2016. A Cannes, Houda Benyamina ha vinto la Caméra d'Or. Il film è stato anche una selezione ufficiale del Toronto International Film Festival nella sezione Discovery. È stato distribuito su Netflix in tutto il mondo (tranne che in Francia) il 18 novembre 2016.

3,9
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Dounia è un'adolescente che vive in una banlieue rom alla periferia di Parigi con la madre e la zia. Lei e la sua migliore amica Maimouna si danno da fare per guadagnare soldi, rubando nei supermercati e rivendendo poi la loro merce per strada ai loro compagni di classe. Le due ragazze hanno un nascondiglio segreto nella passerella di un teatro locale dove osservano le audizioni di danza. Djigui, un ballerino inesperto, cattura l'attenzione di Dounia. Un giorno, Maimouna sfida Dounia a sputargli addosso, ma lei lo fa e lui cerca di inseguirla. Alla fine scivola e Dounia lo salva tirandolo su dalla passerella.

A scuola, a Dounia si prospetta una formazione come receptionist. Si ribella alla sua insegnante, ridicolizzandola per la sua mancanza di soldi e giurando di guadagnare più di quanto la sua insegnante possa mai sognare. Rebecca, una spacciatrice locale, mostra ai ragazzi un video di un viaggio in Thailandia e progetta di trasferirsi lì per il crescente turismo sessuale. Decisa a far parte della banda di Rebecca, Dounia la osserva mentre cede della droga a uno spacciatore, Samir. Ruba la droga da un nascondiglio e la porta a Rebecca, dicendole che avrebbe fatto un lavoro migliore come spacciatrice. Impressionata, Rebecca accetta di far lavorare Dounia per lei.

Rebecca affida a Dounia e Maimouna una serie di lavori saltuari che i due portano a termine con successo, passando dai lavori domestici allo spaccio di droga. Rebecca confida alle due che un uomo ricco, Reda, tiene 100.000 euro nel suo appartamento e pensa di farli rubare a Dounia. Dounia continua a nascondere i soldi nel teatro ma, una volta spariti, affronta Djigui, che si rifiuta di restituirli.

Samir guida Dounia e Maimouna in un locale notturno e riesce a farsi notare da Dounia. Quando escono, scoprono che Samir se n'è andato; quando torna a casa, Dounia trova Samir che fa sesso con sua madre. Sgrida la madre e poi brucia l'auto della madre di Samir. Quando arrivano i vigili del fuoco, Dounia lancia loro contro delle bottiglie di vetro e scatena una rivolta che la porta ad essere arrestata. Alla stazione di polizia, Maimouna e Dounia vengono rimproverate a gran voce dai devoti genitori musulmani di Maimouna e una Rebecca arrabbiata rimprovera Dounia per essersi messa nei guai con la polizia.

Dounia si reca da Djigui per riavere i suoi soldi e riconquistare il favore di Rebecca. Djigui le dice che è stato ingaggiato come ballerino principale nello spettacolo e le dà i biglietti per vederlo esibirsi, insieme ai soldi. Invece di andare a vederlo, Dounia va con Reda in un locale. Lui la porta nel suo appartamento e quando si allontana per fare una doccia, Dounia inizia a cercare il suo nascondiglio segreto di denaro. Viene scoperta da Reda, che la picchia selvaggiamente prima di tentare di violentarla. Dounia reagisce e mette Reda al tappeto, poi riesce a trovare il denaro. Lascia una parte del denaro a sua madre e ne nasconde una parte a Maimouna, con l'intenzione di partire per un tour di danza con Djigui.

Prima di andarsene, riceve un messaggio da Rebecca che tiene in ostaggio Maimouna fino al ritorno di Dounia. Dounia porta i soldi a Rebecca, ma quest'ultima si accorge che ne mancano alcuni e cosparge Dounia di benzina, minacciando di bruciarla. Prima che possa farlo, Samir si rende conto che il denaro si trova a casa di sua madre e parte per andare a prenderlo. Infuriata, Dounia attacca Rebecca prima che lei lanci un accendino e la stanza in cui si trovano prenda fuoco con loro chiuse dentro. Maimouna riesce ad aprire una presa d'aria ma non riesce a passare. Rebecca scappa e Maimouna esorta Dounia ad andarsene mentre il suo volto è ricoperto di benzina. Il denaro per cui stavano litigando brucia dietro di loro. I pompieri arrivano in tempo, ma aspettano fuori perché non possono più combattere gli incendi nel quartiere senza la presenza della polizia antisommossa. Dounia li implora di salvare la sua amica, ma loro non si decidono e l'edificio esplode, uccidendo Maimouna. Dounia, inconsolabile, assiste alla rivolta mentre arriva la polizia.

Tipologia

Film

Durata

107 minuti

Regista

Houda Benyamina

Cast

Déborah Lukumuena Jisca Kalvanda Kévin Mischel Majdouline Idrissi Oulaya Amamra Yasin Houicha

Caratteristiche

Cupo Emozionante Crudo realismo

Audio

Tedesco Spagnolo Europeo Francese - Audiodescrizione Italiano

Sottotitoli

Tedesco Inglese Francese Italiano Rumeno
Potrebbero interessarti...
Suburra: La Serie
Imperial Dreams
I Don't Feel at Home in This World Anymore
La babysitter