Oggy e i maledetti scarafaggi streaming disponibile da febbraio 2017

Immagine tratta da Oggy e i maledetti scarafaggi
  1 stagione

Conosci la procedura: un personaggio fa una cattiveria ad un altro. La vittima si vendica. Entrambe le parti vengono coinvolte in una spirale crescente di violenza da cartone animato. Ilarità a non finire, fino a quando le case vengono rase al suolo, le foreste devastate, le città distrutte e il mondo fa Kaboom!!! Per poi ricominciare tutto da capo nell'episodio successivo.

Questa formula, che ha fatto la sua comparsa in molti cortometraggi dei Looney Tunes e di Tom e Jerry, è stata ripresa nella produzione Gaumont (il principale studio cinematografico francese) Oggy e gli scarafaggi (Oggy et les Cafards- 1998-1999, 2008, 2013, 2017), che si ritiene abbia debuttato nell'episodio di Space Goofs "Venus Junior". Ogni cortometraggio di 7 minuti (ne esistono almeno 351) segue la vita del rotondo gatto blu Oggy, che ha la sfortuna di condividere la stessa casa con tre scarafaggi simpatici ma eccezionalmente dispettosi: Dee Dee, Marky e Joey. Il loro unico scopo è divertirsi con Oggy facendo una serie di scherzi. Oggy è talvolta aiutato da suo cugino Jack, un gatto verde con un'attitudine alla meccanica e un carattere corto. Se a ciò si aggiunge un corpulento bulldog di quartiere di nome Bob e un'amante di nome Olivia (introdotta nelle stagioni successive), si ottiene un'ottima struttura slapstick. Lo show ha debuttato su France 3 nel 1998 e si è concluso nel 1999. Nello stesso anno le cose cambiarono quando Marc du Pontavice lasciò Gaumont per formare Xilam, che l'anno successivo acquisì tutte le proprietà di Gaumont Multimedia. Nel 2008, la serie è stata ripresa per una terza e una quarta stagione, rispettivamente nel 2008 e nel 2012, passando da France 3 a Canal+ Family e successivamente rinnovata per altre tre stagioni, questa volta su Gulli, fino a quando la produzione non è stata interrotta nel 2019. Nel 2021, la serie è stata cancellata con il debutto di un revival su Gulli. Questa volta Oggy deve prendersi cura di un elefante di nome Piya, ma deve ancora vedersela con i suoi dispettosi rivali.

Oggy e gli scarafaggi è famoso per l'uso espressivo del mimo: i gatti possono emettere suoni o (raramente) parlare in modo incomprensibile, ma non ci sono dialoghi e le parole scritte sono ridotte al minimo. Senza la necessità del doppiaggio, lo show è in grado di raggiungere un vasto pubblico internazionale. Tranne che negli Stati Uniti, dove lo show è andato in onda per un breve periodo su Fox Kids alla fine degli anni '90 senza successo, ed è tornato nel 2010 su Nickelodeon solo per imbattersi in una polemica sulla censura che ha portato alla rapida rimozione dello show.

Nel 2013 è uscito un film che racconta le avventure dei personaggi attraverso i secoli.

Nel settembre 2020 è stata annunciata una serie sequel, intitolata Oggy e gli scarafaggi: Next Generation, in cui Oggy si prende cura di Piya, un'elefantessa indiana di sette anni.

Oggy, un gatto antropomorfo, preferirebbe trascorrere le sue giornate guardando la televisione e mangiando, ma è continuamente infastidito da tre scarafaggi: Joey, Marky e Dee Dee. Le marachelle degli scarafaggi vanno dal saccheggio del frigorifero di Oggy al dirottamento del treno su cui è appena salito. In molte situazioni Oggy è aiutato anche da Jack, che è più violento e irascibile di lui ed è anche infastidito dagli scarafaggi. Nella serie compare anche Bob, un bulldog dal carattere irascibile, che è il vicino di casa di Oggy.

3,2
 
 
 

Tipologia

Serie TV

Stagioni

3

Regista

Olivier Jean-Marie

Autori

Jean-Yves Raimbaud

Cast

Don Michael Paul Greg Eagles Matt Hill Peter Kelamis Rick Jones Sam Vincent Tara Strong Tony Sampson

Caratteristiche

Animali domestici TV Natura selvaggia Gatti Commedia Bambini

Audio

Nessun Dialogo

Sottotitoli

Inglese
Potrebbero interessarti...
Zig & Sharko
Popples
Daniel Tiger
The Garfield Show