Rang De Basanti streaming non più disponibile da agosto 2022

Immagine tratta da Rang De Basanti
    159 minuti

Arrivato in India, un laureato britannico arruola un gruppo di studenti universitari per partecipare a un documentario sui combattenti per la libertà indiani. Inizialmente, questi studenti deridono gli ideali e le persone del passato, ma una sequenza di eventi mette in moto una fusione tra passato e presente...

Il film è stato distribuito a livello mondiale il 26 gennaio 2006, giorno della Festa della Repubblica indiana. Al momento dell'uscita, il film ha battuto tutti i record di incasso in India, diventando il film di maggior incasso del paese nel weekend di apertura e detenendo il più alto incasso del giorno di apertura per un film di Bollywood. Ha ricevuto il plauso della critica, vincendo il National Film Award per il miglior film popolare e ricevendo una nomination come miglior film straniero ai BAFTA Awards 2007. Rang De Basanti è stato scelto come voce ufficiale dell'India per i Golden Globe Awards e gli Academy Awards nella categoria Miglior Film Straniero, anche se alla fine non ha ottenuto una nomination per nessuno dei due premi. La colonna sonora di A. R. Rahman, che ha ottenuto recensioni positive, è stata presa in considerazione per la nomination agli Oscar per due dei suoi brani.

4,1
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

A Londra, la studentessa di cinema Sue McKinley trova il diario di suo nonno James, che prestò servizio come colonnello per il Raj britannico negli anni '30. James ha supervisionato la cattura e l'esecuzione di cinque combattenti per la libertà indiani - Chandrasekhar Azad, Bhagat Singh, Shivaram Rajguru, Ashfaqulla Khan e Ram Prasad Bismil - e ha scritto nel suo diario la sua ammirazione per il loro spirito rivoluzionario nonostante lavorassero per l'Impero britannico.

Ispirata dalla storia dei rivoluzionari, Sue decide di girare un film su di loro e si reca in India, dove cerca degli attori con l'aiuto della sua amica Sonia, studentessa di studi internazionali all'Università di Delhi. Dopo una serie di audizioni non andate a buon fine, Sue incontra gli amici di Sonia: Daljit "DJ" Singh, Karan Singhania, Sukhi Ram e Aslam Khan. Decide immediatamente di inserirli nel suo film: DJ interpreta Chandra Shekhar Azad, Karan Singhania Bhagat Singh, Aslam Khan Ashfaqulla Khan e Sukhi Ram Shivaram Rajguru.

DJ, Aslam, Sukhi e lo spendaccione Karan, figlio viziato dell'uomo d'affari politico Rajnath Singhania, sono spensierati e cinici riguardo al loro futuro e, pur andando facilmente d'accordo con Sue, non sono interessati a lavorare a un film che esprima il patriottismo verso l'India. Le tensioni nascono quando Sue affida il ruolo di Bismil al rivale dei ragazzi, l'attivista del partito di destra Laxman Pandey. Tuttavia, nel corso della lavorazione del film, Pandey si avvicina agli altri. Sue inizia una relazione con DJ.

Il gruppo è sconvolto quando il loro amico Ajay Singh Rathod, tenente di volo dell'aeronautica indiana e fidanzato di Sonia, rimane ucciso a causa di un malfunzionamento del suo jet MiG-21 che si schianta. Il governo attribuisce l'incidente a un errore del pilota e chiude il caso, ma Sonia e i suoi amici si rifiutano di accettare la spiegazione ufficiale, ricordando Ajay come un abile pilota che è morto mentre guidava l'aereo evitando di schiantarsi su una città popolosa. Scoprono che il corrotto Ministro della Difesa, Shastri, ha firmato un contratto per importare parti a basso costo per gli aerei MiG-21 in cambio di un favore personale. Karan, tuttavia, rimane fortemente scosso quando si rende conto che Rajnath era coinvolto nell'orchestrazione dell'accordo.

Galvanizzati contro la corruzione del governo grazie all'impegno profuso nella lavorazione del film, il gruppo organizza una protesta pacifica presso il monumento ai caduti dell'India Gate, ma la polizia arriva e interrompe violentemente la manifestazione e la madre di Ajay entra in coma. Laxman si rende conto che l'alto funzionario del suo partito, Raghuvir Mishra, era in combutta con i funzionari governativi che hanno ordinato alla polizia di fermare la protesta e si disillude sul suo stesso partito. Ispirato dai rivoluzionari, il gruppo decide di agire in prima persona e assassina Shastri per vendicare la morte di Ajay, mentre Karan affronta e uccide Rajnath.

I media riportano che Shastri è stato ucciso dai terroristi e lo celebrano come un martire. Il gruppo decide di chiarire pubblicamente le proprie intenzioni dietro l'assassinio e prende il controllo della stazione radiofonica All India Radio dopo aver evacuato i dipendenti e aver avvisato l'amico di Karan, Rahul, che lavora lì ed è in diretta in quel momento. Karan va in onda e denuncia al pubblico la corruzione del Ministero della Difesa. La polizia arriva alla stazione di polizia con l'ordine di ucciderli. Sukhi viene ucciso, mentre Aslam e Laxman vengono uccisi da una granata e DJ rimane gravemente ferito. DJ si riunisce con Karan nella sala di registrazione mentre quest'ultimo termina la sua dichiarazione pubblica e i due vengono uccisi insieme.

La notizia della morte dei ragazzi fa infuriare l'opinione pubblica, scatenando un'ondata di manifestazioni contro il governo indiano. La madre di Ajay si risveglia dal coma. Il film si conclude con Sue che descrive l'impatto personale dell'incontro con i ragazzi e della lavorazione del film, mentre i ragazzi deceduti vengono visti in uno stato simile all'aldilà mentre incontrano un giovane Bhagat Singh nel giardino della sua famiglia.

Tipologia

Film

Durata

159 minuti

Regista

Rakeysh Omprakash Mehra

Cast

Aamir Khan Alice Patten Anupam Kher Atul Kulkarni Kiron Kher Kunal Kapoor Madhavan Om Puri Sharman Joshi Siddharth Soha Ali Khan Waheeda Rehman

Caratteristiche

Motivante Bollywood Acclamato dalla critica Rivoluzione Corale Premiato National Film Award Filmfare Awards Colonna sonora famosa Dramma Indiano

Audio

Hindi [originale]

Sottotitoli

Arabo Tedesco Inglese Spagnolo Francese Italiano Cinese Semplificato
Potrebbero interessarti...
Black Friday
Udta Punjab
Rock On!!
No One Killed Jessica