Passaporto per Pimlico streaming disponibile da settembre 2021

Immagine tratta da Passaporto per Pimlico
  84 minuti

Quando una bomba inesplosa della Seconda Guerra Mondiale viene fatta esplodere accidentalmente a Pimlico, un'area di Londra, rivela un tesoro e documenti che dimostrano che la regione è in realtà parte della Borgogna, in Francia, e quindi territorio straniero. Il governo britannico tenta di riprendere il controllo istituendo controlli alla frontiera e tagliando i servizi alla zona. I "borgognoni" reagiscono...

Passaporto per Pimlico esplora lo spirito e l'unità della Londra del tempo di guerra in un contesto post-bellico e offre un esame del carattere inglese. Come altre commedie Ealing, il film contrappone un piccolo gruppo di inglesi a una serie di cambiamenti dello status quo da parte di un agente esterno. La storia è un'idea originale dello sceneggiatore T. E. B. Clarke. Egli si ispirò a un incidente avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale, quando il reparto maternità dell'Ottawa Civic Hospital fu temporaneamente dichiarato extraterritoriale dal governo canadese in modo che, quando la principessa Giuliana dei Paesi Bassi partorì, il bambino fosse nato in territorio olandese e non perdesse il suo diritto al trono.

Passaporto per Pimlico fu ben accolto alla sua uscita. Il film uscì nello stesso anno di Whisky Galore! e Kind Hearts and Coronets, facendo sì che il 1949 fosse ricordato come uno degli anni di punta delle commedie Ealing. Passport to Pimlico è stato nominato per il British Academy Film Award come miglior film britannico e per l'Academy Award per la scrittura (storia e sceneggiatura). Da allora sono stati realizzati due adattamenti radiofonici per la BBC: il primo nel 1952 e il secondo nel 1996.

3,4
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

I titoli di testa del film si concludono con le parole "dedicated to the memory of" (dedicato alla memoria di), con un'immagine dei tagliandi per il cibo e l'abbigliamento britannici della Seconda Guerra Mondiale.

Nella Londra del secondo dopoguerra, una bomba inesplosa esplode a Miramont Gardens, Pimlico. L'esplosione rivela una cantina sepolta da tempo contenente opere d'arte, monete, gioielli e un antico manoscritto. Il documento è stato autenticato dallo storico professor Hatton-Jones come una carta reale di Edoardo IV che cedeva una casa e i suoi possedimenti a Carlo VII, l'ultimo duca di Borgogna, che vi si rifugiò dopo essere stato dato per morto nella battaglia di Nancy del 1477. Poiché la carta non è mai stata revocata, un'area di Pimlico è dichiarata ancora parte legale della Borgogna.

Poiché il governo britannico non ha alcuna giurisdizione legale, prima di negoziare con i residenti locali chiede loro di formare un comitato rappresentativo secondo le leggi del ducato, ormai scomparso da tempo. L'antica legge borgognona prevede che sia il duca stesso a nominare un consiglio. Sébastien de Charolais arriva e presenta la sua rivendicazione del titolo, che viene verificata dal professor Hatton-Jones. Egli forma l'organo di governo, di cui fanno parte Spiller, il poliziotto locale, il signor Wix, il direttore della filiale della banca, e Arthur Pemberton, un negoziante del quartiere, che viene nominato primo ministro della Borgogna. Il consiglio inizia a discutere con il governo, in particolare sul tesoro della Borgogna.

Dopo aver capito che la Borgogna non è soggetta al razionamento post-bellico o ad altre restrizioni burocratiche, il quartiere viene rapidamente invaso da venditori e acquirenti del mercato nero. Spiller non è in grado di gestire da solo la crescente marea di problemi. In risposta, le autorità britanniche circondano il territorio borgognone con del filo spinato. I residenti si ribellano a ciò che considerano un'azione burocratica pesante; fermano un treno della metropolitana di Londra mentre attraversa la Borgogna e chiedono di vedere i passaporti di tutti i passeggeri: a chi non ha i documenti viene impedito di proseguire.

Il governo britannico si vendica interrompendo i negoziati e isolando la Borgogna. I residenti vengono invitati a "emigrare" in Inghilterra, ma pochi partono. Gli inglesi tagliano la corrente, l'acqua e le consegne di cibo al confine. Una sera tardi, i borgognoni collegano di nascosto un tubo a una vicina conduttura idrica britannica e riempiono un cratere di bombe, risolvendo così il problema dell'acqua, ma allagando il deposito di cibo. Non riuscendo a superare questo nuovo problema, i borgognoni si preparano ad arrendersi. I londinesi solidali iniziano a lanciare pacchi di cibo oltre la barriera e presto altri si uniscono a loro; i borgognoni hanno un'ampia scorta e decidono di restare. Un elicottero pompa latte attraverso un tubo e dei maiali vengono paracadutati nella zona.

Nel frattempo, il governo britannico subisce le pressioni dell'opinione pubblica per risolvere la situazione. I diplomatici britannici incaricati di trovare una soluzione si rendono conto che sconfiggere i Borgognoni per fame è difficile e impopolare per il popolo britannico, quindi negoziano. Il punto critico si rivela essere la disposizione del tesoro ritrovato. Wix, ora cancelliere dello scacchiere borgognone, propone un prestito del tesoro alla Gran Bretagna. Eliminato l'ultimo tassello della situazione di stallo, la Borgogna si riunisce alla Gran Bretagna, che vede anche il ritorno del razionamento di cibo e vestiti nella zona. Il banchetto celebrativo all'aperto viene interrotto da una forte pioggia.

Tipologia

Film

Durata

84 minuti

Regista

Henry Cornelius

Cast

Barbara Murray Betty Warren Hermione Baddeley Jane Hylton Margaret Rutherford Paul Dupuis Raymond Huntley Stanley Holloway

Caratteristiche

Classico Acclamato dalla critica Film Politica Contro il sistema Corale Anni '40 Dramedy Britannico Candidato agli Oscar

Audio

Inglese [originale]

Sottotitoli

Greco Inglese Croato Italiano Rumeno
Potrebbero interessarti...
Aria di famiglia
Fary Is the New Black
15 August
Amami... e non giocare