Miracle in Cell No. 7 streaming disponibile da marzo 2020

Immagine tratta da Miracle in Cell No. 7
    132 minuti

Il film ruota attorno a Lito (Aga Muhlach), un uomo con problemi mentali che è stato ingiustamente accusato di aver ucciso la figlia del segretario Yulo (Tirso Cruz III), e al suo tentativo di mantenere i rapporti con la propria figlia Yesha (Xia Vigor) grazie all'aiuto dei suoi compagni di detenzione.

Distribuito e prodotto da Viva Films, il film è stato presentato in anteprima il 25 dicembre 2019 come una delle otto opere ufficiali del Metro Manila Film Festival 2019.

3,4
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Joselito "Lito" Gopez è un uomo con problemi mentali e con l'intelligenza di un bambino di sei anni. Vive in una casa fatiscente a Marikina River insieme a sua figlia Yesha. Un giorno, ha un alterco fisico con il Segretario della Difesa Yulo, che ha appena acquistato l'ultimo zaino di Sailor Moon per sua figlia Jenny, un regalo che Lito stava risparmiando per comprare a Yesha. Poco dopo, Jenny muore in uno strano incidente: scivola a causa del pavimento bagnato e subisce un colpo mortale alla testa mentre accompagna Lito in un negozio che vende lo stesso zaino. Quando Lito cerca di rianimarla, uno spettatore pensa erroneamente che la stia molestando. Lito viene accusato ingiustamente di rapimento, omicidio e stupro di una minorenne. La polizia approfitta subito della sua disabilità e lo costringe a confessare i crimini ignorando le prove che lo scagionano. Lito viene imprigionato e assegnato alla cella n. 7, la più dura di un carcere di massima sicurezza.

Gli altri uomini della cella, guidati dal capo banda Soliman "Boss Sol" con Mambo, Choy, Bong e Tatang Celso, inizialmente non vedono di buon occhio Lito dopo aver letto nel suo fascicolo che ha ucciso e molestato un bambino. Quando Lito salva Boss Sol da una pugnalata mortale da parte del capo di una gang rivale, Boss Sol ricambia il favore facendo entrare di nascosto Yesha nella cella n. 7. I detenuti della cella fanno lentamente amicizia con Lito e credono che sia un brav'uomo che si è trovato per caso nel posto sbagliato al momento sbagliato. Lo aiutano a provare cosa dire al processo. Alla fine, anche il direttore Johnny, che inizialmente è duro con Lito ma si ammorbidisce quando quest'ultimo lo salva da un incendio doloso, si rende conto che Lito è stato semplicemente messo alle strette e ha reso una falsa confessione. Prende in custodia Yesha e le permette di visitare il padre di tanto in tanto.

Il segretario Yulo, tuttavia, minaccia di fare del male a Yesha se Lito non confesserà il suo "crimine" durante il processo. Alla fine Lito sceglie di sacrificarsi dichiarandosi colpevole e ricevendo la condanna a morte. La data della sua esecuzione, il 23 dicembre, coincide con il compleanno di Yesha. Prima della data, Boss Sol e i suoi compagni di detenzione lavorano a una mongolfiera e costringono Lito e Yesha a salire a bordo per cercare di farli fuggire, ma alla fine non ci riescono a causa di una corda collegata alla mongolfiera impigliata in un filo spinato; più tardi nel film Lito viene giustiziato.

Anni dopo l'esecuzione di Lito, Yesha, che è stata formalmente adottata da Johnny, è diventata un avvocato. Riunisce gli ex detenuti di suo padre, che sono stati tutti rilasciati, per testimoniare al nuovo processo del padre, che si conclude con la sua assoluzione. Poi immagina suo padre che balla con la loro danza tipica.

Tipologia

Film

Durata

132 minuti

Regista

Mehmet Ada Öztekin

Cast

Aras Bulut İynemli Celile Toyon Uysal Deniz Baysal Ilker Aksum Mesut Akusta Nisa Sofiya Aksongur

Caratteristiche

Emozionante Film Strappalacrime Carcere Legami familiari Contro il sistema Entusiasmante Questioni sociali Dramma Turco

Audio

Turco [originale]

Sottotitoli

Tedesco Inglese Francese Italiano Turco
Potrebbero interessarti...
Il miracolo
Intersection
Il bacio di Hayat
Wolf