Betaal streaming disponibile da maggio 2020

Immagine tratta da Betaal
        1 stagione

Betaal, Betāl o Betāla è una serie televisiva indiana horror a base di zombie e basata su un villaggio remoto che funge da campo di battaglia tra l'ufficiale dell'esercito della Compagnia delle Indie Orientali, il tenente colonnello John Lynedoch, il suo battaglione di giubbe rosse zombie della ribellione indiana del 1857 e la forza fittizia del CIPD. La serie è scritta e diretta da Patrick Graham e co-diretta da Nikhil Mahajan. Prodotta da Blumhouse Productions e Red Chillies Entertainment, la serie web ha come protagonisti Vineet Kumar Singh e Aahana Kumra in ruoli importanti. Betaal è stata pubblicata su Netflix e rappresenta la seconda collaborazione tra la casa di produzione e Netflix. La serie ha ricevuto recensioni generalmente negative, con elogi per le interpretazioni e l'uso della mitologia e degli zombie, ma critiche per la mancanza di brivido e di montaggio.

2,8
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Questa miniserie è incentrata sul comandante Vikram Sirohi (Vineet Kumar Singh) e sui suoi compagni di squadra: Ahluwalia, Akbar e Haq (il cugino di Akbar, una nuova recluta), della "Baaz Squad", un'unità d'élite del fittizio Counter Insurgency Police Department (CIPD). Il Comandante Tyagi (Suchitra Pillai), responsabile della "Baaz Squad", collude privatamente con il proprietario della Surya Construction Company, Ajay Mudhalvan (Jitendra Joshi), per trasferire o uccidere i ribelli naxaliti e gli adivasi dalle loro terre in modo che possano essere utilizzate per vari progetti di costruzione supervisionati dalla Surya Corp. La donna tiene nascoste le vere motivazioni di queste operazioni alla sua squadra e denuncia con veemenza i media e le figure pubbliche che tentano di comunicare la verità al pubblico. Vikram la segue ciecamente per evitare la vergogna e il senso di colpa che prova per le sue azioni. In particolare, è ossessionato da un ricordo che riguarda una giovane ragazza delle regioni tribali dell'India.

Il film inizia con un folto gruppo di Adivasi che conduce un rituale in un santuario dedicato a uno spirito che chiamano "Betaal". Un'anziana donna in grado di comunicare con lo spirito tocca la statua del "Betaal" all'interno della loro sala di culto. Questa le dà delle visioni, rivelandole cosa potrebbe accadere se al "Betaal" venisse permesso di uscire dal tunnel in cui è intrappolato dai tempi della Compagnia britannica delle Indie orientali. Avverte la comunità di non permettere l'apertura del tunnel.

Fuori dal villaggio, Mudhalvan, sua moglie Shakuntala e la sua giovane figlia Saanvi si stanno preparando a trasformare la comunità e l'area circostante in un cantiere. Si stanno affrettando a rispettare le scadenze prima dell'arrivo del sindaco per inaugurare il progetto. Mudhalvan ha ordinato al comandante Tyagi e alla squadra Baaz di far sgomberare l'area per un progetto di costruzione di un'autostrada in un villaggio remoto vicino alla montagna Betaal. Quando la squadra arriva sul posto, gli abitanti del villaggio Adivasi si rifiutano di lasciare le loro case e l'area. La Squadra Baaz allontana con la forza gli abitanti del villaggio e brucia le case in vista della distruzione dell'intera comunità. Gli abitanti del villaggio si ritirano all'ingresso di un tunnel, difendendolo con armi antiche e attrezzi agricoli. Vikram chiede loro di lasciare l'ingresso del tunnel per poterlo liberare per il progetto di sviluppo. Al loro rifiuto, Vikram e la Squadra Baaz esitano ad aprire il fuoco contro gli abitanti del villaggio senza essere colpiti. Il subordinato di Mudhalvan, Bhunnu, attiva di nascosto una bomba piazzata vicino all'ingresso del tunnel, facendo credere a Tyagi e Vikram che si tratti di un attacco da parte degli abitanti del villaggio. La Squadra Baaz uccide tutti gli abitanti del villaggio tranne due: una donna di nome Puniya e suo marito, Sarpanch.

Dopo che il tunnel è stato sgomberato, alcuni operai entrano per iniziare il lavoro quando dal tunnel iniziano a provenire delle urla e un solo operaio sventrato riesce a uscire dal tunnel prima di morire. La Squadra Baaz, credendo che i Naxaliti siano all'interno, tenta di mettere in sicurezza il tunnel ma subisce gravi perdite e ferite. Tyagi e Haq sono tra i feriti e devono essere portati via. Un'orda di soldati britannici non morti sciama dalla grotta, costringendo la Squadra Baaz, Mudhavalan e la sua famiglia e gli abitanti del villaggio a fuggire. Puniya e Sarpanch trovano una vecchia caserma inglese e si chiudono dentro. Mentre la Squadra Baaz e Mudhalvan si fanno strada con la forza, la moglie di Mudhalvan viene uccisa. Tyagi, i cui capelli sono diventati bianchi, inizia a comportarsi in modo strano mentre Haq inizia a soccombere alle ferite. La squadra si rende conto che le loro apparecchiature elettroniche e di comunicazione sono malfunzionanti e li tagliano fuori dal mondo esterno.

Mentre i suoi compagni di squadra deceduti si rianimano, Vikram e i sopravvissuti apprendono da Puniya e dai registri della vecchia caserma che i non morti all'esterno sono in realtà l'ex 90° reggimento dei Volontari di Taunton sotto il comando del tenente colonnello della Compagnia Britannica delle Indie Orientali John Lynedoch, che era un rispettato soldato veterano oltre che un noto praticante di magia nera. Un reggimento sanguinario e temuto, che seguì Lynedoch nel tunnel mentre perseguiva la sua tirannica ambizione di diventare imperatore dell'India britannica. Sperava di trovare il santuario al suo interno e di impossessarsi dei poteri del "Betaal", sigillato nelle radici della montagna. Tuttavia, i combattenti della resistenza indiana sigillarono l'intero reggimento (e lo stesso Lynedoch) nel tunnel. Lynedoch scelse di sacrificare suo figlio, che era un soldato dello stesso reggimento, per diventare il "Betaal". Poco dopo, il Colonnello divorò il suo reggimento e aspettò per centinaia di anni di essere liberato e di usare il suo esercito di non-morti per coprire l'India sotto la sua bandiera oscura. Il Colonnello desidera Saanvi come puro sacrificio per aumentare i suoi poteri e soddisfare la sua fame. Puniya ha usato un cerchio magico di cenere, curcuma e sale e un fuoco rituale per difendere magicamente la caserma dagli zombie. Tuttavia, con l'arrivo delle piogge monsoniche, le difese magiche cadono prima che il colonnello e il suo reggimento avanzino, uccidendo Sarpanch prima che i sopravvissuti possano sigillare le porte dell'edificio.

Mentre il gruppo è in difficoltà sul da farsi, si scopre che Tyagi è sotto il controllo del Colonnello e Haq diventa uno zombie vivente. Anche i soldati morti e Shakuntala sono sotto il controllo del Colonnello. Gli zombie del Colonnello usano la loro mente alveare per assaltare la caserma. Sebbene la Squadra Baaz decida di proteggere Saanvi, Mudhalvan decide di venderla al Colonnello quando Saanvi rivela di sapere che l'esplosione del tunnel era un falso attacco per garantire la costruzione del progetto. Permette all'esercito di zombie di entrare nella caserma, uccidendo Ahluwalia. Vikram è tentato dal Colonnello di consegnare Saanvi, ma riesce a condurre i sopravvissuti fuori dal forte, distruggendo molti zombie. Si dirigono verso la sala di culto degli abitanti del villaggio per recuperare gli esplosivi nascosti e distruggere il santuario. Il Colonnello rintraccia i sopravvissuti nella sala del culto attraverso il corpo di Ahluwalia prima che Vikram la uccida. Nel frattempo, Puniya e Akbar vengono separati dal gruppo mentre cercano di mettersi in contatto con una squadra di sicurezza dello staff del CM. I due arrivati vengono uccisi ma i due sopravvissuti riescono a prendere il veicolo del sindaco. Il Colonnello usa il corpo di Tyagi per cercare di rapire Saanvi ma Vikram riesce a fermarla. Tuttavia, il Colonnello riesce a uccidere Bhunnu e a possedere Vikram, usando il suo corpo per trascinare Saanvi all'altare sacrificale nel tunnel della montagna.

Mudhalvan si rivela essere ingabbiato dall'altare come punizione per la sua mancata promessa di acquistare Saanvi per il Colonnello. Mentre Vikram resiste alla possessione mentale del Colonnello, Lynedoch appare in persona e costringe Vikram a raccontare la storia della ragazza dai suoi ricordi. Su ordine di Tyagi, ha sparato alla ragazza dopo aver massacrato la sua comunità per evitare che fosse testimone dei crimini dell'unità. Il desiderio di Vikram di espiare questo orribile atto gli permette di sfuggire brevemente al potere del Colonnello e di liberare Saanvi. Mentre il Colonnello e gli zombie iniziano a divorare Vikram, Saanvi corre e riesce a far esplodere gli esplosivi, distruggendo il santuario. Riesce a fuggire attraverso il tunnel, dove Puniya e Akbar hanno ucciso gli zombie di guardia all'ingresso del tunnel e la salvano.

Mentre si mettono in salvo, iniziano a sentire notizie diffuse di attacchi da parte di nemici sconosciuti. Saanvi legge dal libro che anche se il santuario dovesse essere sigillato, non dovrebbe essere distrutto a nessun costo, poiché funge anche da contenitore per il potere del "Betaal". Se il santuario viene rotto, la maledizione non-morta del "Betaal" può diffondersi in modo incontrollato, con conseguenze devastanti. Akbar accende un canale di notizie che mostra che Mumbai è sotto attacco da parte di diversi nemici. La telecamera si concentra su una flotta di navi da guerra in legno del XVIII secolo che emergono dalla nebbia sull'acqua. Si scopre che tutte battono bandiera britannica prima che lo schermo diventi nero.

Tipologia

Serie TV

Stagioni

1

Autori

Patrick Graham

Cast

Aahana Kumra Jatin Goswami Jitendra Joshi Manjiri Pupala Savita Bajaj Siddharth Menon Suchitra Pillai Syna Anand Viineet Kumar Yashwant Wasnik

Caratteristiche

Spaventoso TV Azione Indiano Zombie Horror Thriller Forte

Audio

Inglese Spagnolo Hindi - Audiodescrizione

Sottotitoli

Tedesco Inglese Francese Hindi Italiano
Potrebbero interessarti...
Stranger Things
Dark
iZombie
The 100