The Art of Negative Thinking streaming disponibile da febbraio 2021

Geirr ha trent'anni ed è disabile in seguito a un incidente. Sua moglie è sul punto di lasciarlo, arrendendosi al suo spirito malvagio e alla sua dilagante misantropia. In preda alla disperazione e per dargli un'ultima possibilità, invita a casa sua un gruppo di disabili, accompagnati da un allenatore che crede nel suo metodo positivo. Li accoglie a modo suo versando su di loro un estintore. Da quel momento inizia la sua opera di demoralizzazione. I disabili prendono il controllo ed escludono i normodotati e la loro buona coscienza, perdendosi in una notte di ubriachezza dalle virtù inaspettate.

L'arte del pensiero negativo (in norvegese Kunsten å tenke negativt) è un film commedia nera norvegese del 2006 diretto e scritto da Bård Breien. La trama ruota attorno a un uomo (interpretato da Fridtjov Såheim) che si sta adattando alla vita su una sedia a rotelle e al gruppo di socializzazione a cui viene costretto a partecipare. Il film è stato il debutto alla regia di Breien. È stato prodotto da Dag Alveberg per la casa di produzione Maipo film- og TV-produksjon. The Art of Negative Thinking ha avuto successo sia a livello nazionale che internazionale, con una vendita di 35.000 biglietti nelle sale norvegesi e il più alto incasso in Germania per qualsiasi film nordico nel 2008. Le recensioni sono state per lo più positive e il film ha vinto diversi premi internazionali.

2,8
 
 
 

Trama (potrebbe contenere spoiler!)

Un gruppo di sostegno si reca con un furgone a visitare un uomo di 33 anni di nome Geirr, che due anni prima ha avuto un incidente d'auto che lo ha reso paraplegico. Geirr è paralizzato e impotente dalla vita in giù e si muove con l'aiuto della moglie, di un montascale motorizzato e di una sedia a rotelle. Racconta alla sua amorevole e devota moglie, Ingvild, quanto sia terribile la sua vita e si crogiola nell'amarezza, passando il tempo a bere alcolici, fumare marijuana e guardare film sulla guerra del Vietnam.

Nel tentativo di convincere il marito a considerare la sua vita in modo più positivo e di salvare il loro matrimonio, Ingvild iscrive Geirr a un incontro di gruppo sulla positività. Tutti i membri del gruppo hanno diverse disabilità e, con l'aiuto dell'entusiasta capogruppo Tori (che non ha alcuna disabilità), viene loro vietato di dire qualcosa di negativo e di incoraggiarsi a vicenda a vedere le cose in modo più positivo. Il gruppo comprende Marta, tetraplegica a causa di un incidente di arrampicata; Gard, il fidanzato egocentrico di Marta che si sente in colpa per aver causato accidentalmente l'incidente di arrampicata; Asbjørn, vittima di un ictus e pieno di rabbia repressa; Lillemor, un'anziana donna divorziata che si lamenta spesso.

Tori fa del suo meglio per far apprezzare a Geirr la sua vita. Il resto del gruppo la aiuta offrendo solidarietà e incoraggiamento. Tori dice a Geirr di concentrarsi sulle soluzioni e non sui problemi, ma Geirr si ribella. Con irriverenza promuove l'idea che non ci siano soluzioni. Alla fine porta il gruppo dalla sua parte, facendogli riconoscere e gioire dei loro problemi, facendo cadere la facciata di pensiero positivo e felicità.

Quando Geirr prende gradualmente il controllo del gruppo, inizia a discutere su chi sta peggio e ha i problemi più gravi, su chi è malato o non appartiene al gruppo. Dopo drammatici crolli emotivi, i membri del gruppo scoprono la solidarietà e la liberazione emotiva grazie all'onestà e all'abbandono della facciata che hanno costruito intorno a sé. Si conoscono, diventano amici e imparano l'arte di pensare in modo negativo.

Tipologia

Film

Durata

75 minuti

Regista

Bård Breien

Cast

Fridtjov Såheim Henrik Mestad Kari Simonsen Kirsti Eline Torhaug Kjersti Holmen Marian Saastad Ottesen Per Schaanning

Caratteristiche

Cupo Emozionante Crudo Film Matrimonio Corale Provocatorio Commedia cupa Dramedy Norvegese

Audio

Norvegese [originale]

Sottotitoli

Tedesco Inglese Francese Italiano Norvegese
Potrebbero interessarti...
Reprise
Ordet - La parola
Une hirondelle a fait le printemps
Pranzo freddo