Dopo il rilascio di Suburra sulla piattaforma, e l’annuncio di una docuserie sulla Juventus, ecco che Netflix presenta la terza produzione originale italiana: Baby. La serie, composta da 8 episodi, tratterà le vicende di cronaca sulla prostituzione minorile nella Capitale, in particolare nel quartiere Parioli.

Baby è una storia di formazione che esplora le vite segrete degli adolescenti di Roma. Liberamente ispirata ad una storia vera, lo scandalo delle baby squillo scoppiato a Roma nell’estate 2014, la serie racconta le vicende di un gruppo di ragazzi dei Parioli in cerca della propria identità e indipendenza tra amori proibiti, pressioni familiari e segreti condivisi.

La scrittura è stata affidata allo stile audace dei Grams, un nuovo gruppo di scrittori composto da cinque giovani autori: Antonio Le Fosse, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti, Giacomo Mazzariol e Re Salvador. Gli scrittori Isabella Aguilar e Giacomo Durzi si sono uniti al gruppo, contribuendo con la loro visione al racconto della vicenda.

La data sull’inizio delle riprese non è stata ancora svelata eppure siamo felicissimi di constatare che Netflix crede nel nostro Paese e continua ad investire in produzioni originali.