Titolo
The Crown
Tipo
Serie TV
Stagioni
1
Episodi
10
Anno
2016
Genere
Serie TV
Drammi TV
Serie TV britanniche
Audio
Tedesco
Inglese - audiodescrizione
Spagnolo
Francese
Italiano
Sottotitoli
Tedesco
Greco
Inglese
Francese
Italiano
Questa serie drammatica segue le rivalità politiche e la storia d’amore della regina Elisabetta II e gli eventi che hanno segnato la seconda metà del XX secolo.
Dovere. Famiglia. Potere. Una giovane donna arriva a governare un impero tra le sfide dell’età moderna.

Recensione

"Tutte queste cose io prometto. Tutte le cose che ho sin qui promesso, io le manterrò e le metterò in pratica. Che Dio mi aiuti.” [Elizabeth II, giuramento durante la sua incoronazione]

The Crown è la nuova produzione Netflix, la più costosa fin'ora mai realizzata dalla piattaforma, basata sui fatti realmente accaduti negli anni dell'ascesa al trono della Regina Elisabetta II.

La storia inizia nel 1947. Il mondo si sta riprendendo dalla Seconda Guerra Mondiale.
Nel palazzo reale di Buckingham Palace, Re George VI che inizia ad avere i primi gravi sintomi della malattia. Nello stesso palazzo, un giovane e affascinante ufficiale della Royal Navy, Philip Mountbatten, erede della famiglia reale di Grecia, rinuncia a tutti i suoi titoli per poter sposare la giovane erede al trono, la principessa Elizabeth.

Tutto inizia così. Si susseguiranno eventi storici importanti: la ri-elezione di Winston Churchill come Primo Ministro, il matrimonio della giovane coppia reale e l'aggravarsi della malattia del sovrano.

Fin dalle prime puntate, The Crown risulta subito grandiosa e “regale”. La serie mira soprattutto a mostrare le personalità dei singoli personaggi, come donne e come uomini, mostrando il conflitto con il ruolo che ognuno di essi deve ricoprire.
Troviamo un principe Philip (interpretato da un azzeccatissimo Matt Smith) giovane, energico, che vive all'ombra della moglie, ma soprattutto all'ombra della Regina.

Philip viene privato di tutto: i suoi titoli, la sua carriera in Marina, il suo nome “a causa” del rango della moglie. Questo lo porta spesso e voletieri ad entrare in conflitto con Elizabeth, con la quale vive un matrimonio soffocato dal protocollo reale.

Altra figura forte e libertina, che spesso si scontra con Sua Maestà, è la principessa Margaret (una spumeggiante Vanessa Kirby), sorella di Elizabeth.
Così come nella realtà, Margaret ha dato diversi “grattacapi” alla sorella e alla corona. Frizzante, libertina, facile agli scandali. Vittima di un amore impossibile con un uomo divorziato, colonnello Townsend (Ben Miles), Margaret si scontra con la sorella perchè combatte per poter sposare il suo amato, ma anche in questo caso sarà la Corona ad averla vinta.

Troviamo poi la figura imponente di Winston Churchill (John Lithgow) l'eroe nazionale che si ritrova ad essere Primo Ministro durante un periodo storico in cui i tempi stavano cambiando e dove il primo grande cambiamento è proprio una giovane donna che diventa Regina. Il rapporto tra Churchill ed Elizabeth è spesso conflittuale, ma sempre basato sul rispetto reciproco, in cui si respira anche affetto. Il burbero e testardo Churchill promette al malato Re George VI di guidare e prendersi cura della giovane Regina.

Fra i personaggi chiave e più commoventi c'è sicuramente Re George VI (Jared Harris ), diventato sovrano a causa dell'abdicazione del fratello maggiore. Re amatissimo insieme alla moglie, Elizabeth, la Regina Madre. Figura già nota grazie al film Il Discorso del Re, George VI è balbuziente e il peso dell'improvvivsa ascesa al trono (insieme alle migliaia di sigarette che fuma) lo ha di fatto ucciso. Padre premuroso e amorevole con le sue figlie, insegna loro che nulla va messo davanti alla famiglia.

Una delle scene più belle e toccanti è quella in cui proprio il Re dice al principe Philip che il suo compito non riguarderà i titoli o le cariche ricoperte: il suo lavoro sarà Elizabeth! Dovrà essere protetta e supportata una volta Regina.

In ultimo veniamo a lei, Elizabeth (una bravissima e raffinata Claire Foy). Intorno alla sua figura ruota tutta la storia. La serie mostra quello che è stato per Lilibet (come viene chiamata in famiglia) l'eterno conflitto fra l'essere allo stesso tempo donna, madre, moglie, sorella e Regina, la donna sulla quale grava il peso di una Corona davvero pesante. Nel corso della storia, Lilibet è spesso in contrasto con Elizabeth; il dover sottostare alle regole del protocollo, anche se questo ferisce chi ama. Una donna in cui si afferma sempre di più il senso del dovere che il suo titolo le impone.
Può sembrare spesso una donna fredda, “senza carattere” come la definisce la sorella, impostata, alla quale non importa delle persone della sua famiglia. In realtà, il tormento interiore è palese, Lilibet vs Elizabeth, la donna vs la Regina. L'amore per la famiglia vs il dovere dettato dalla Corona.

The Crown è una serie magistrale! Un cast vicino alla perfezione e una colonna sonora di tutto rispetto, firmata di Rupert Gregson-Williams, e con il tema composto da Hans Zimmer.
Una serie in cui il tema principale è il voler preservare e far predominare, a tutti i costi, simboli, istituzioni e ruoli, che vanno ad imporsi su desideri e ambizioni personali.

Commento dell'autore

Da amante e appassionata di storia della monarchia Britannica, fremevo per l'uscita di questa serie, ma ero anche un po' preoccupata. La storia e i personaggi non erano facili da raccontare. Posso però dire che The Crown è una serie fantastica! Divorata in due giorni! E' una serie toccante, ricca di emozioni che sa trasmettere allo spettatore. In particolare, è eccezionale la rappresentazione della protagonista che vive un conflitto interiore lancinante: l'essere donna, sorella, moglie e madre che si scontra sempre con il senso del dovere e l'amore per il Paese che si è ritrovata a governare. Vi state ancora chiedendo se vederlo o meno?! Spero di no!

Advertising
;