Insieme a cinque dei suoi studenti, la professoressa Annalise Keating, brillante avvocato penalista, viene coinvolta in un complesso omicidio.
Una professoressa di legge insegna ai suoi studenti attraverso casi reali e finisce per coinvolgerli in un omicidio.
Titolo
Le regole del delitto perfetto
Tipo
Serie TV
Stagioni
2
Episodi
30
Anno
2015
Genere
Serie TV
Thriller TV
Drammi TV
Drammi TV di genere crime
Serie TV crime
Serie TV americane
Audio
Tedesco
Inglese
Spagnolo
Francese
Italiano
Sottotitoli
Tedesco
Greco
Inglese
Francese
Italiano
Advertising

Recensione Stagione 1

Nell'università immaginaria di Middleton, Philadelphia, diritto penale 1 non è un corso come gli altri: l'avvocatessa e insegnante Annalise Keating (una strabiliante Viola Davis) chiama la sua materia “come commettere un omicidio e farla franca”, tanto per non essere cinici. Ogni anno Annalise seleziona cinque dei migliori studenti del corso per assisterla nel suo lavoro da avvocato durante il semestre.

I cinque giovani brillanti che vengono scelti per il compito sono: Wes Gibbins (Alfred Enoch) un ragazzo arrivato da poco in città e ammesso all'ultimo perché “in lista d'attesa”, Connor Walsh (Jack Falahee), il più caustico del gruppo, Michaela Pratt (Aja Naomi King), studentessa conformista e decisa a raggiungere i propri traguardi, Asher Millstone (Matt McGorry), sempre inopportunamente pronto alla battuta, e Laurel Castillo (Karla Souza), studentessa modello.

La situazione non tarda a sfuggire completamente di mano: il lavoro ordinario che i “Keating Five” dovrebbero svolgere si tramuta in un fiume in piena destinato a travolgere la vita di tutti i membri del gruppo, nonché quella di Annalise e dei suoi collaboratori, Frank (Charlie Weber) e Bonnie (Liza Weil) e in generale di tutti quelli che li circondano.

L'omicidio di una studentessa, Lila Stangard (Megan West) direttamente collegata con la vicina di casa di Wes, Rebecca Sutter (Katie Findley), irrompe infatti da subito sulla scena, smascherando intrighi e coinvolgendo tutti i personaggi, soprattutto Sam Keating, marito di Annalise e sua volte docente universitario di psicologia nell'università dove studiava Lila.

Nel pilot vediamo da subito nel flashforward i “Keating five” alla prese con un occultamento di cadavere: chi hanno ucciso? In che modo? Per quale ragione? Ogni episodio svela dettagli sempre maggiori, intervellati dai casi in tribunale a cui devono lavorare i cinque, che instaurano tra l'altro legami impropri e pericolosi con gli assistenti di Annalise, a loro volta custodi di numerosi misteri.

Il mondo di Le regole del delitto perfetto (How to get away with murder nell'originale inglese) prodotto da Shonda Rhimes (produttrice anche di Grey's Anatomy e Scandal) e ideato da Peter Nowalk, è un mondo popolato di indicibili segreti, omicidi e vendette personali, ed è la storia di un gruppo che dovrà fare diversi salti mortali per nascondere la propria colpevolezza, con l'aiuto di Annalise e con buoni agganci nel dipartimento di polizia, come il detective Nate Lahey (Billy Brown), incidentalmente anche amante della professoressa. E' un mondo dove l'etica e la verità occupano decisamente gli ultimi posti delle priorità dei protagonisti. L'introspezione sulla storia dei personaggi ci farà capire perché agiscono in una certa maniera, e come tenteranno di aggrapparsi con le unghie e con i denti a ciò che hanno conquistato per non finire nel baratro.

Come nei migliori gialli e racconti giudiziari, tutto è interconnesso: il puzzle è composto da pezzi che vengono forniti progressivamente allo spettatore, che scopre la vastità delle connessioni e della trama, in uno scenario dove assolutamente nulla è ciò che sembra e dove segreti di un'enormità spaventosa vengono custoditi in maniera precaria e sempre sull'orlo di essere scoperti. Per fortuna a risolvere i problemi c'è sempre Annalise Keating, che non a caso insegna ai propri studenti “come commettere un omicidio e farla franca”: i “Keating Five” dovranno prestare decisamente attenzione alle sue lezioni.

Commento dell'autore

“How to get away with murder” è uno degli show che hanno avuto maggiore impatto nella produzione degli ultimi anni e merita decisamente tutti gli allori attribuiti dalla critica e dal pubblico. La mano delle produttrice Shonda Rhimes è evidente nelle evoluzioni continue della trama, tratto caratteristico delle serie prodotte da “Shondaland” (la sua compagnia di produzione). Tra gli attori va sottolineata la recitazione maiuscola di Viola Davis, che ha ricevuto diversi premi tra cui l'Emmy come miglior attrice protagonista in una serie drammatica. La trama è appassionante e piena di inaspettati colpi di scena che si susseguono a ripetizione, con delle atmosfere dark degne dei migliori thriller. Se non l'avete ancora visto, correte a recuperarlo su Netflix, non ve ne pentirete!

Advertising