Titolo
Friends
Tipo
Serie TV
Anno
2003
Audio
Italiano
Inglese
Sottotitoli
Italiano
Inglese
Rating
T (per tutti)
Le disavventure di sei ventenni in balia delle insidie della vita lavorativa e amorosa sono al centro di questa sitcom di successo, sullo sfondo della Manhattan anni ‘90.
4,0
Punteggio Netflix Lovers
Advertising

Trailer

Trailer disponibile su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=bRu4oPdIXu4.

Gadgets for Lovers

  • Tutto quello che avreste voluto sapere su... Friends

    in italiano
  • Friends
    La serie completa

    49 DVD
  • Friends
    Soundtrack

    CD Audio
  • Friends
    Tazza (mug)

    Central Perk
  • Friends
    Maxi Poster

    con citazioni della serie (61 x 91,5 cm)
Vedi tutti i gadget

Recensione

“I’ll be there for you

(When the rain starts to pour)

I’ll be there for you

(Like I’ve been there before)

I’ll be there for you

(‘Cause you’re there for me too).”

Una canzone. Sei amici. Un divano, un bar, quattro appartamenti. È una storia che inizia il 22 settembre del 1994, quella della Sit-com per eccellenza: Friends. Cosa rende questa serie televisiva ancora così in voga, dopo tanti anni? Qual è il motivo per cui ci fa ancora emozionare e ridere come 22 anni fa? Perché ancora così tante serie prendono spunto da questo prodotto?

La serie inizia nel luogo preferito dei nostri protagonisti, il Central Perk: luogo dove nasceranno amori, risate e gag simbolo della comicità delle serie tv. Dalla prima puntata. si iniziano a delineare i caratteri dei personaggi, ma innanzitutto chi sono? Abbiamo, in ordine d’apparizione, Joey Tribbiani (interpretato da un Matt LeBlanc giovanissimo e con dei capelli molto retrò), Monica Geller (la magnifica Courtney Cox), Phoebe Buffay (interpretata da Lisa Kudrow) e Chandler Bing, impersonato da Matthew Perry. Iniziamo già a vedere quelle persone a cui ci affezioneremo: il sarcasmo di Chandler, le stranezze di Phoebe, il sex appeal e savoir faire di Joey. Di Monica vedremo le caratteristiche di madre con l’arrivo di Ross Geller, suo fratello – interpretato da David Schwimmerappena piantato dalla moglie perché quest’ultima si scopre lesbica. Parlando di questa sua sventura e dei vantaggi dell’essere single con Joey, Ross dirà “I don’t want to be single. I just… I just want to be married again” ed arriverà lei: la ricca ragazza con l’abito bianco che con la sua ingenuità è entrata nei nostri cuori, Rachel Green, interpretata da una giovanissima Jennifer Aniston. Rachel ha appena disertato il proprio matrimonio poiché si accorge che non ama il suo quasi marito, Barry, e ha deciso di andare da Monica, vecchia amica del liceo da cui andrà a vivere (senza neanche discuterne, tra l’altro).

Da questo episodio, continuiamo a scoprire tutti i dettagli della vita dei protagonisti: Joey è un attore-Casanova spiantato che vive insieme a Chandler, di cui non capiremo mai il mestiere, un uomo che con la sua ironia copre le bizzarre insicurezze causate dalla situazione familiare molto complicata; Monica è una cuoca con decisi disturbi ossessivo compulsivi, con un cuore grande come una casa ed ex grassa, mentre Phoebe è la più stramba massaggiatrice vivente che suona la chitarra al Central Perk cantando canzoni come Smelly Cat che risuonano ancora nella testa dei fan della serie. Ross invece è un paleontologo, che parla ipersupermegalentamente, innamorato da sempre di Rachel, quella che davvero nel gruppo deve trovare la sua strada. Ci siamo tutti affezionati a questa serie perché i sei rappresentano gli amici che tutti dovremmo avere, il gruppo che tutti bene o male abbiamo e tutti i lati della nostra personalità. Nel corso delle 10 stagioni di Friends i personaggi si innamoreranno uno dell’altro, si allontaneranno, ma non cambierà mai l’affetto che prova l’uno per l’altro. I rapporti tra i protagonisti sono sempre intrecciati: il flirt eterno tra Joey e Phoebe, il grande amore di Monica e Chandler, quello che tutti sogniamo, e il continuo – talvolta anche estenuante – tira e molla di Ross e Rachel, con gli spettatori che continuano a pensare “E daaaaaai, siete innamorati, fidanzatevi!”. Niente è immediato: l’amore tra Monica e Chandler scoppierà nella 4° stagione, mentre quello di Ross e Rachel attraverserà la tempesta tra i divorzi di Ross, i nomi sbagliati detti all’altare sempre da parte di Ross e le sue liste che causeranno la prima rottura della serie, a dimostrazione del fatto che le cose belle, nella vita, non arrivano subito: bisogna avere speranza, bisogna saper attendere il ciel sereno. E voi direte: “Eh vabbè, ma questo lo fa praticamente la maggior parte delle sit-com”, e io vi risponderò dicendovi che nessuno riesce a farlo con un tale disincanto, una leggerezza e una comicità tale da dare un modello di vita di ottimismo e positivismo, con qualche parola sarcastica al posto di un consiglio ben ponderato.

"Non sono bravo a dare consigli. Saresti interessata a un commento sarcastico?"

Per non parlare delle guest star di Friends e i personaggi spalla: chi non ha impressi gli “OH – MY – GOD di Janice, la stralunata ex di Chandler, Gunther e i suoi magici caffè e l’amore perpetuo per Rachel, i vari Bruce Willis, Robin Williams, George Clooney, Julia Roberts e perfino Isabella Rossellini!

Ma soprattutto, Friends è molto più di questo. È il preambolo delle serie televisive dell’era moderna, la prima serie che nonostante le gag affronta anche temi importanti e ancora oggi attuali, su tutte la questione della maternità e delle questioni di genere; basti pensare che Phoebe partorisce tre gemelli per conto del fratello grazie alla pratica della fecondazione assistita, Rachel – per lo meno all’inizio della vita di sua figlia Emma – è una ragazza madre, mentre Chandler e Monica adottano i figli di una ragazza; il padre di Chandler è un travestito che fa cabaret a Las Vegas. In più, la ex moglie di Ross è una lesbica sposata con un’altra donna, guadagnando il record di prima serie televisiva ad affrontare e rappresentare il matrimonio omossessuale.

 

Commento dell'autore

Non si può descrivere in una recensione tutto ciò che è Friends: rimane solo guardarlo, come omaggio per i suoi lunghi 22 anni di risate, e in 10 stagioni capirete che anche se la vita non è come te l’hanno descritta tutti quanti, c’è sempre qualcuno pronto a tirarti su di morale e sconfiggere le difficoltà con te.

Advertising
;