Nei giorni scorsi sono arrivate numerosissime segnalazioni in merito alla scarsa qualità della traccia audio italiana nei primi due episodi di Star Trek Discovery.

Le lamentele, infatti, riguardavano la qualità delle voci del capitano e di Sonequa Martin-Green, appena percettibili e con molta confusione nel mixing dei canali audio.

Netflix, in risposta, ha deciso di posticipare l’uscita del terzo episodio e ha chiesto un nuovo master per la traccia italiana sia del secondo episodio, sia di quelli successivi, chiedendo altresì un controllo più accurato.

Alla fine il secondo episodio è stato sistemato, mentre il terzo episodio in Italia è stato rilasciato il 9 ottobre, in ritardo rispetto all’uscita nel resto del mondo (1 ottobre). È probabile, inoltre, che per non perdere la contemporaneità, la settimana prossima verranno rilasciati due episodi assieme, ma al momento sono soltanto ipotesi.

A quanto pare, però, per molti il problema è più ampio. I contenuti di qualità aumentano sempre più e l'utenza ora è più attenta anche ad un aspetto così importante quale il doppiaggio, assolutamente non trascurabile, soprattutto per i meno affini alla lingua originale.

 

Fonti

Advertising