Nel periodo di Febbraio era stato annunciato un accordo tra i diversi Paesi membri dell’Unione europea che prevedeva l’abbattimento delle barriere territoriali per i diversi servizi online in abbonamento. Gli utenti Netflix saranno quindi felici di apprendere che il Parlamento europeo ha da poco approvato la legge, che ci permetterà quindi di viaggiare in tutta Europa con il catalogo delle nostre serie preferite sempre a portata di mano.

In pratica, la legge prevede che un utente di un servizio in abbonamento (quindi non solo Netflix, ma anche Spotify, Sky Now e altri) avrà pieno accesso al suo servizio anche quando si troverà fuori dai confini del Paese in cui è stato stipulato il contratto. Se sottoscrivete dunque un abbonamento Netflix in Italia, avrete accesso al medesimo catalogo anche quando vi trovate a Parigi o a Londra, evitando così lo spiacevole messaggio “Il contenuto che vuoi guardare non è disponibile in questo Paese!”

"I cittadini europei attendevano queste nuove norme, che rappresentano un passo verso un mercato digitale comune. Queste nuove norme aumentano la mobilità e garantiscono la portabilità agli utenti dei contenuti online europei, senza pregiudicare il diritto d'autore" ha dichiarato il relatore Jean-Marie Cavada.

I fornitori di questi servizi dovranno però vigilare sull’eventuale trasferimento definitivo di un utente in un altro Paese, poiché le licenze sui diritti d’autore possono variare da un Paese all’altro.

La legge adesso deve essere solo approvata formalmente dal Consiglio dei Ministri UE, a cui seguirà un periodo di adeguamento (massimo 9 mesi) per le diverse piattaforme interessate.

Fonti

Advertising
; ;