Neil Patrick Harris, divenuto celebre nei panni di Barney in How I Met You Mother, arriverà su Netflix il 13 Gennaio nei panni del Conte Olaf nella nuova serie originale Una serie di sfortunati eventi. La serie, basata sull'omonima serie di romanzi di Lemony Snicket, tratterà le vicende dei tre orfani Violet, Klaus e Sunny Baudelaire che, persi i genitori in un incendio, vengono affidati alle cure del Conte Olaf, un personaggio malvagio che ha come unico interesse quello di mettere le mani sull'eredità dei tre orfani.
 
La serie è molto attesa dal pubblico e le aspettative sono altissime, basti pensare alle 65 milioni di copie vendute dai libri per comprendere la portata di questa storia, ma Harris non si dice preoccupato del rischio, anzi “sono sempre stato eccitato all'idea di interpretare questo ruolo e di far parte di un universo così gigantesco” ha dichiarato durante un'intervista per La Stampa pubblicato qualche ora fa. “I libri hanno così tante idee e storie: ne sono stati venduti più di sessantacinque milioni di copie, le persone li conoscono abbastanza bene. Ed è proprio questo che ha reso tutto così eccitante, per me.”
 
Nel 2004 fu girato un film sulla medesima storia con Jim Carrey interprete del Conte Olaf ma Harris ne prende subito le distanze. “Noi abbiamo provato ad essere più fedeli al libro” ha dichiarato rivolgendosi a Jim Carrey che in quella circostanza non si era adattato adeguatamente al personaggio, “Jim Carry interpretava Jim Carrey. Era importante che lui facesse le cose che fa sempre in modo che la gente lo riconoscesse”. Harris invece voleva, sempre in riferimento al film, “un ruolo che fosse più dark, più malvagio.”
 
Alla domanda poi su come è cambiata la serie lui risponde: “C'è molto senso dell'umorismo, e rimane comunque uno show che Netflix ha pensato per tutta la famiglia. Ha un approccio decisamente ironico. Ma la storia non può funzionare se Olaf si limita ad essere pazzo. Deve essere una minaccia vera per questi bambini. Nel primo episodio, per esempio, c'è una scena in cui Olaf è ubriaco e urla. In quella scena, c'è cattiveria vera e i bambini hanno paura di lui. Ho dovuto interpretarlo come se fosse stato capace di qualsiasi cosa”.
 
L'intervista poi si sposta sul suo particolare quanto misterioso personaggio. “Pensiamo che voglia ottenere l'eredità di questi bambini dopo che i loro genitori sono misteriosamente morti. Ma non vuole solo questo. […] Tutto quello che vuole è fare del male a questi bambini. Nient'altro.” Ma interpretare un personaggio così particolare è molto impegnativo come ci dice lo stesso Harris: “Ogni tre episodi devi essere pronto a cambiare. Perché Olaf cambia. Come attore, devi interpretare più ruoli.”
 
Insomma, Una serie di sfortunati eventi è una favola dark e infelice in cui i protagonisti sono tre bambini che devono fare i conti con la morte dei loro genitori. […] non è una di quelle storie in cui se lavori duro hai successo. Continuerai a fallire. Sempre.”
 
Al temine dell'intervista, che potrete leggere per intero qui, Harris racconta della totale libertà offerta da Netflix – a differenza dei network – e su come lo streaming rappresenti l'intrattenimento del futuro.
 
Dopo aver letta questa intervista le nostre aspettative non potevano che crescere. Il personaggio più atteso è proprio quello interpretato da Neil Patrick Harris e queste nuove indiscrezioni rappresentano un ottimo antipasto alla serie che ci aspetta dal 13 Gennaio. E voi invece, cosa ne pensate?

Fonti

Advertising
; ;